Il senso del Corriere per la gestione del personale

Rcs in crisi

In attesa del referendum con cui la redazione del Corriere dovrà votare sul taglio di 70 persone entro il 2017 con risparmi per 20 milioni, si viene a scoprire che i dipendenti di via Solferino hanno la bellezza di 57.600 giorni di ferie arretrate, equivalenti a 164 giorni pro capite, per una cifra complessiva di almeno qualche milione di euro. Una società come Rcs, con debiti vicini al miliardo, che pubblica il principale quotidiano italiano e la prima testata sportiva del Paese, può permettersi tanto pressapochismo nella gestione del personale? Anche questo è il sintomo di un fallimento industriale.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta