Se alla liturgia di Cernobbio c’era solo un asiatico

Forum Ambrosetti da ripensare?

Se ne accorge il Financial Times, ma mette la notiziona in fondo: al tradizionale appuntamento del Forum Ambrosetti – The european house di Cernobbio c’era soltanto un rappresentante asiatico, il professor David Daokui Li, docente alla Tsinghua University di Pechino. Il che la dice lunga: non è il caso di cambiare la frusta liturgia di politici e businessmen del vecchio continente in favore di qualche rappresentante in più dei Paesi che, per quanto siano in fase di rallentamento, sono in grado comunque di trainare investimenti e, magari, qualche idea nuova? Caro Valerio De Molli, boss di Ambrosetti, complimenti per questa edizione, ma la prossima ci aspettiamo qualche rappresentante in più del Far East! 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta