Guidare a sinistra: consigli utili in un’infografica

Non solo Gb, sono 70 i Paesi “mancini”

Mica facile guidare a sinistra. Neppure si sa con precisione perché in certi Paesi si vada a destra e in altri a mancina. La teoria più diffusa è che un tempo si “guidasse” ovunque il cavallo a sinistra per avere la possibilità di difendersi meglio con la mano destra, sguianando lo spadone. Sarebbero stati poi i rivoluzionari francesi a voler invertire le cose, spostando il traffico a destra. Ma le prove storiche in realtà latitano, sia per questo che per la teoria che sia colpa di Napoleone (legge ad personam: lui era mancino…). I Paesi in cui si guida a sinistra sono più numerosi di quanto si pensa (ben settanta, e circa il 44% degli automobilisti mondiali guida dall’altra parte). Ecco la mappa (in blu chi va a sinistra) e la lista.

Anguilla
Antigua and Barbuda
Australia
Bahamas
Bangladesh
Barbados
Bermuda
Bhutan
Botswana
Brunei
Cayman Islands
Christmas Island
Cipro
Cook Islands
Dominica
Timor Est
Falkland
Fiji
Giamaica
Giappone
Grenada
Guyana
Hong Kong
India
Indonesia
Irlanda
Jersey
Kenya
Kiribati
Lesotho
Macao
Malawi
Malesia
Maldive
Malta
Mauritius
Montserrat
Mozambico
Namibia
Nauru
Nepal
Niue
Norfolk Island
Nuova Zelanda
Pakistan
Papua New Guinea
Pitcairn Islands
Regno Unito
Saint Helena
Saint Kitts and Nevis
Saint Lucia
Saint Vincent and the Grenadines
Seychelles
Singapore
Solomon Islands
Sri Lanka
Sudafrica
Suriname
Swaziland
Tailandia
Tanzania
Tokelau
Tonga
Trinidad and Tobago
Turks and Caicos Islands
Tuvalu
Uganda
Virgin Islands
Zambia
Zimbabwe

Grazie al sito confused.com ecco una infografica con alcuni consigli per chi deve cimentarsi con la guida a sinistra.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta