Lo stato di New York vieta di tatuare cani e gatti

Lo stato di New York vieta di tatuare cani e gatti

Una legge dello stato di New York, passata in questi giorni, rende ufficialmente illegale tatuare i propri animali domestici. Sembra ridondante, ma la necessità della norma dimostra quanto questa pratica si stesse diffondendo, e lo confermano le numerose foto che negli ultimi mesi circolano online: cani depilati e tatuati, in sostanza.

Linda Rosenthal, rappresentante dell’assemblea di Stato, ha proposto una legge per i diritti degli animali nel 2011, dopo aver scoperto i cosiddetti “gothic kittens” — gattini gotici — tatuati e forati di piercing, in vendita online, stando al New York Daily News. La proposta è sul tavolo del governatore Andrew Cuomo, che firmerà la legge nei prossimi giorni.

La legge, sostenuta dal senatore Mark Grisanti, è stata scritta per prevenire alterazioni non necessarie del corpo degli animali, ritenute da molti una forma di crudeltà. L’unica eccezione concessa sono piercing per ragioni mediche e tatuaggi finalizzati all’identificazione dell’animale.

(instagram)

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta