Vedere i fulmini che cadono in tempo reale, ovunque

Vedere i fulmini che cadono in tempo reale, ovunque

Tra tutte le cose che si possono mappare in tempo reale, adesso ci sono anche i fulmini. Tutto merito del progetto Blitzortung.org, un network che individua le scariche elettromagnetiche nell’atmosfera e permette di localizzarle.

La tecnologia sottostante è abbastanza complessa, ma più o meno si può spiegare così: i fulmini, cadendo, provocano alcune distorsioni elettromagnetiche che vengono percepite dai diversi ricevitori e ripetitori radio, diffusi in tutto il mondo, che lo segnalano a un centro di raccolta dati. È il cervello di Blitzortung: qui con l’aiuto di algoritmi e programmatori (si premurano di notare che sono tutti volontari) li elabora, attraverso sistemi piuttosto complicati, e riesce a stabilire la posizione esatta in cui è caduto il fulmine.

Questa è la segnalazione dei fulmini, in tempo reale, sulla mappa:

E questa è la localizzazione, con l’analisi dei diversi segnali:

Ogni stazione e ripetitore che partecipa alla grande rete di Blitzortung deve disporre di un dispositivo dal costo abbastanza basso (200 euro). È un punto importante del progetto: l’idea, come scrivono sul sito, è proprio di avere una rete a budget molto basso con una rete molto estesa.

Blitzortung è già in funzione, è si può vedere cliccando qui

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta