Italia unita nel nome dei parcheggiatori abusivi

Italia unita nel nome dei parcheggiatori abusivi

È una presenza costante, alla quale molti italiani, da Nord a Sud, si sono quasi abituati. Li trovi a Milano, come a Napoli e Catanzaro. I parcheggiatori abusivi affollanno strade e piazzali. E anche i giornali: ecco qualche storia:

Affari d’oro A Cosenza, in Calabria, i parcheggiatori abusivi guadagnavano fino a 600 euro al giorno. Dal Quotidiano della Calabria:

A Cosenza i parcheggiatori abusivi guadagnavano fino a 600 euro in un giorno. Per di più occupando un suolo privato in pieno centro. È quanto hanno verificato i carabinieri che hanno deciso di contrastare il diffuso fenomeno dell’abusivismo, concentrandosi in particolare sui parcheggiatori che agivano lungo piazza Mancini, a pochi passi dal municipio, e nelle aree limitrofe. I militari hanno rilevato come si fosse creata una vera attività imprenditoriale, con tanto di sedia e ombrellone per il parcheggiatore abusivo che, comportandosi come “proprietario” della zona, smistava i veicoli nei vari parcheggi per poi riscuotere “un’offerta”.

A due passi dai vigili A Roma, lavoravano tranquilli addirittura ai piedi del Campidoglio. Dal Messaggero:

Chiedono il pizzo a piazza della Consolazione, a pochi metri dal Comando Generale della polizia municipale, alle pendici del Campidoglio. 
Non hanno davvero più limiti i parcheggiatori abusivi. «Il versamento dell’obolo ovviamente non è obbligatorio, ma se non paghi c’è il rischio che quando torni ritrovi l’auto ammaccata – si sfoga Angelo Mura che lavora a due passi da via Petroselli – D’altro canto è sufficiente un calcio ben assestato alla portiera della macchina per provocare un danno di diverse centinaia di euro. Ma quello che colpisce, non è la presenza dei parcheggiatori abusivi, che è vietata e Roma ne è invasa, ma il fatto che questi operino proprio dietro la sede dei vigili». Altro che intimoriti. «Ora dopo la mancia, chiedono pure una sigaretta».

Mancia con minacce A Genova, la polizia ha fermato un gruppo di parcheggiatori abusivi più che “insistenti”. Dal Secolo XIX:

Ieri, nel primo pomeriggio, gli agenti del Commissariato Centro hanno effettuato un servizio in zona Expò, a seguito delle numerose segnalazioni circa la presenza di alcuni individui che, all’interno dell’area parcheggio di Porta Siberia, avvicinano con fare minaccioso e aggressivo gli automobilistichiedendo denaro.

Gli agenti, appostati nei pressi, hanno potuto osservare che nel posteggio erano presenti 7 cittadini extracomunitari che attendevano l’arrivo delle auto e, dopo aver “aiutato” i conducenti nelle manovre di parcheggio, li seguivano e non si allontanavo prima di aver ricevuto un compenso.

Domiciliari? No, grazie Ad Avellino, invece, il parcheggiatore abusivo avrebbe dovuto essere ai domiciliari. Dal Mattino:

Evadeva dagli arresti domiciliari e faceva il parcheggiatore abusivo. Scoperto e arrestato dai carabinieri. Per l’uomo, un cinquantenne di Avellino, le manette sono scattate in esecuzione ad un provvedimento, che impone a suo carico la misura di sicurezza della casa lavoro, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino.

La misura è stata applicata a seguito delle numerose violazioni agli obblighi imposti dalla libertà vigilata costantemente rilevate dai militari dell’Arma. I Carabinieri lo hanno rintracciato e sorpreso mentre esercitava abusivamente l’attività di parcheggiatore in pieno centro cittadino.

Multe salate per contrastarli? A Lucca un abusivo si è visto recapitare un verbale da 765 euro. Servirà? Da La Gazzetta di Lucca

Proseguono a ritmo serrato le operazioni congiunte della polizia municipale insieme alle altre forze di polizia.  L’operazione di questa mattina è iniziata alle 9.30 ha visto impegnate due pattuglie della polizia municipale e due pattuglie dell’arma dei carabinieri. I controlli hanno interessato l’area di Piazza Santa Maria, sia dentro che fuori le Mura, la zona di Porta S.Iacopo vista la presenza del mercato ambulante e l’interno del mercato stesso, infine la zona dei Macelli dove vi è un grande afflusso di autovetture per la manifestazione “Murabilia” e Piazzale Verdi. 

Complessivamente sono state controllate ed identificate cinque persone ed elevata una sanzione di 765 euro ad un uomo che faceva il parcheggiatore abusivo in Piazzale Verdi.