Sessimo orientale: in Giappone fanno pubblicità a un paio di occhiali usando il sedere delle donne

Una trovata maliziosa per dimostrare la resistenza del nuovo modello: anche se ci si siede sopra, montatura e lenti resistono. Ma la reclame ha suscitato qualche perplessità

In Europa una pubblicità simile non potrebbe esistere. È quella in cui il produttore di occhiali giapponese Hazuki si vanta della resistenza dei suoi prodotti, in particolare della linea “Loupe”. Si tratta di un tipo di occhiali con montatura molto leggera e lenti in grado di bloccare la luce azzurra (quella prodotta dagli apparecchi elettronici, per capirsi). Una scelta perfetta, dice il produttore, per chi lavora a lungo davanti a uno schermo – più o meno, tutti i giapponesi.

E poi, come si vede nella nuova pubblicità, c’anche un’altra qualità: la resistenza. Gli occhiali possono reggere al peso di sei belle ragazze che si siedono sopra.

Proprio così: e il politicamente corretto? In Giappone, società che già conosce restrizioni e inibizioni severissime del comportamento, non è (ancora) arrivato. E allora possono permettersi di utilizzare dei sederi femminili per pubblicizzare un paio di occhiali.

Per peggiorare il quadro, si sappia che non è nemmeno la prima volta. In uno spot della scorsa primavera, che riproduceva una presentazione in stile Ted X, si vede l’attore Ken Watanabe appoggiare di soppiatto un paio di occhiali sulla sedia della co-presentatrice Rei Kikukawa. Lei, ignara, si siede sopra e, di scatto, si rialza in piedi. Risate dal pubblico. Ma, va detto, non si erano rotti nemmeno in quella occasione.)

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter