Volti NuoviRedouane Niraoui: “Nel mio quartiere nascevi attore o calciatore. Ho scelto di fare l’attore”

Partito dal Marocco alla volta dell’Italia, Redouane Niraoui, oggi vive a Torino, dove al lavoro di tutti i giorni come postino affianca la sua grande passione: il palcoscenico

Photo by Manuel Reinhard on Unsplash

Per Redouane Niraoui, 46 anni, marocchino di Casablanca, impiegato postale a Torino e attore teatrale, la sua vera vita è sul palcoscenico: «Lavoro molto con i bambini, italiani e stranieri di origini. Cerco di non fare dimenticare la nostra cultura, ma loro sono italiani a tutti gli effetti. La loro vita è qui», ci ha raccontato.

Perché è venuto in Italia?

«Ho una laurea in legge ma per motivi politici non potevo esercitare nel mio Paese. Alla fine ho aperto un negozio di alimentari a Casablanca. Era vicino a un orfanotrofio. Non era il mio lavoro, non mi facevo pagare, se una mamma mi chiedeva un cioccolatino per suo figlio glielo davo, se un bambino voleva un biscotto glielo davo. Ma questa è stata la mia fortuna».

In che senso?

«Un ragazzino, che aveva già cercato altre volte di venire in Europa, mi disse che mi avrebbe portato in Italia al posto di pagarmi. L’ho seguito, sono salito su una nave verso Salerno, come un turista qualsiasi».

Continua a leggere su Nuove Radici

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta