Scontro istituzionaleSalvini occupa il Senato, i governatori di destra disobbediscono al governo

La Calabria apre bar e ristoranti all’aperto infischiandosene delle indicazioni del dpcm di Conte, la Lega si piazza a oltranza nelle aule parlamentari. Fratelli d’Italia prende le distanze, continua la gara a chi è più reazionario tra il Capitano e Giorgia Meloni

comunicazione politica
comunicazione politica

Grave scontro istituzionale provocato da Matteo Salvini, anche per non perdere terreno a destra con la concorrente interna Giorgia Meloni. Il leader leghista ha occupato l’Aula del Senato a oltranza, mentre la presidente della Regione Jole Santelli ha firmato un’ordinanza che permette da giovedì di riaprire «bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, agriturismo con somministrazione esclusiva attraverso il servizio con tavoli all’aperto».

«In queste settimane i calabresi hanno dimostrato senso civico e rispetto delle regole, è giusto che oggi la Regione ponga in loro fiducia. Sapranno dimostrare buon senso nel gestire i nuovi spazi di apertura che la Regione ha deciso di consentire, anche oltre il dettato del Governo». Queste attività «possono essere riattivate presso gli esercizi che rispettano le misure minime anti-contagio».

Nel frattempo la Lega ha deciso di occupare il Senato e rimanere in oltranza in Parlamento finché il governo non darà risposte: «Madri, padri, imprenditori, commercianti, lavoratori non sanno cosa fare, non hanno certezze, non sanno se possono riaprire i loro negozi, non sanno quando i figli torneranno a scuola», si legge in una nota del Carroccio. «Non rallenteremo né impediremo il regolare svolgimento dei lavori programmati: porteremo nelle aule, dove resteremo anche quando la seduta è conclusa, le voci dei lavoratori, di chi soffre, dei disabili, di chi è più fragile. Rimarremo finché il governo non darà risposte chiare, tempi certi anche a nome dei sindaci e degli amministratori locali sul ripristino di tutte le libertà, nella piena tutela della salute e con indicazioni a livello nazionale».

«Sento che i leghisti adesso vorrebbero okkupare il Parlamento. Non me li ricordavo così affezionati a questa aula nei due anni scorsi, devo essere miope», ha scritto su twitter il deputato del Partito democratico, Filippo Sensi.

Da giorni Salvini voleva manifestare contro il governo, ma Giorgia Meloni gli aveva consigliato di non farlo per evitare i pericoli del contagio, salvo poi organizzare lei stessa, l’altro ieri, una protesta davanti Palazzo Chigi. Salvini ha atteso soltanto un giorno per replicare alla Meloni con l’occupazione dell’Aula, cui Fratelli d’Italia non ha voluto partecipare, più la ribellione della regione Calabria al dpcm di questa settimana.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta