Podcast“The Joe Rogan Experience” da settembre sarà in esclusiva per Spotify

Una delle trasmissioni più seguite del web sbarca sulla piattaforma svedese. La mossa è parte di una strategia più ampia per detronizzare Apple, almeno in questo campo

Un matrimonio imprevisto: Joe Rogan, attore comico e conduttore di uno dei podcast più ascoltati al mondo, “The Joe Rogan Experience”, dal primo settembre 2020 si trasferirà in esclusiva su Spotify.

L’annuncio dell’accordo lo ha dato la stessa piattaforma svedese, che secondo il Wall Street Journal avrebbe pagato 100 milioni di dollari.

Per lo show di Joe Rogan è una prima volta: non era mai stato ospitato su Spotify, tanto meno in esclusiva. Sarà ancora possibile seguire i suoi episodi senza pagare, ma sarà necessario essere utenti di Spotify.

Nel frattempo rimarrà attivo il suo canale Youtube, ma non pubblicherà più gli episodi completi. Ci saranno clip e altro materiale che funzionerà, attraverso gli algoritmi, come esca per portare gli ascoltatori su Spotify.

Joe Rogan aveva inaugurato il suo podcast nel 2009, guadagnando posizioni nel corso degli anni. Adesso vanta 190 milioni di ascoltatori.

La formula è semplice: lui che dialoga con ospiti speciali di temi di attualità, a volte con momenti unici (Elon Musk che fuma erba in diretta), ma la qualità è tutta nelle interazioni, nel ritmo e nelle idee.

Per Spotify è, invece, un passo importante, che conferma il crescente interesse per il mondo dei podcast. L’anno scorso aveva acquisito Gimlet Media, Anchor e Parcast, cui è seguito l’accordo con l’azienda di produzione degli Obama per altri contenuti esclusivi, insieme a nuove iniziative.

Joe Rogan rientra in questa strategia, il cui obiettivo è detronizzare la Apple dal primo posto e – a quanto pare – andare a colpire un altro concorrente, più o meno diretto come Youtube.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta