Eresie a Cinque StelleTregua sul Mes, ma sei grillini sono a rischio espulsione

Oggi il voto sulla riforma del Fondo Salva Stati. Pd e M5S hanno trovato in extremis un compromesso che dovrebbe aver risolto il problema degli ortodossi del Movimento. Ma non è escluso che un gruppo di irriducibili vicini a Di Battista possa muoversi diversamente

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse

Sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità, alla fine, Pd e M5S un compromesso l’hanno trovato. Una risoluzione limata e smussata per ore dovrebbe aver risolto il problema degli ortodossi grillini. E così, dovrebbe filare liscio non solo il voto alla Camera, dopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ma anche la conta che appariva più in bilico al Senato, dove si voterà nel pomeriggio.

La maggioranza darà quindi il via libera a Conte in vista del Consiglio europeo di giovedì e venerdì. Ma non è escluso che un gruppo di irriducibili grillini vicini ad Alessandro Di Battista possa muoversi diversamente. Sarebbero almeno sei o sette quelli su cui ancora Vito Crimi e Luigi Di Maio nutrono qualche dubbio, scrive Repubblica.

In quel caso si aprirà il problema delle espulsioni. «Chi vota contro è fuori», ha detto più volte Crimi. Una scelta che però comprometterebbe ancora di più la tenuta della maggioranza a Palazzo Madama.

Ma sul Mes, e non solo sul Recovery Plan, ci sono anche altre crepe nella maggioranza. A partire proprio dai renziani, favorevoli non solo alla riforma ma anche al Mes, e che per questo fino all’ultimo hanno deciso di non sottoscrivere la risoluzione di maggioranza.

Ma restano soprattutto i grillini a impensierire Conte. Tra i no potrebbero al Senato esserci quelli di di Bianca Laura Granato e Mattia Crucioli. La senatrice Orietta Vanin non sarà presente. Mentre Nicola Morra, Barbara Lezzi, Elio Lannutti e Patty L’Abbate potrebbero astenersi.

La coalizione di maggioranza non dovrebbe avere problemi a far passare la risoluzione. Ma se ci saranno molti Cinque Stelle a non esprimersi a favore si aprirà comunque un problema politico. Che potrebbe anche essere numerico. Anche perché non ci sarà il soccorso di Forza Italia come sullo scostamento di bilancio. Potrebbero votare sì dall’Udc, oltre che il forzista Andrea Cangini. Mentre Renato Brunetta presenterà una propria risoluzione a favore della riforma del Mes, in rotta con quella unitaria del centrodestra.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

K - Linkiesta FictionPreordina qui il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta

Ci siamo: il nuovo numero di K, la rivista letteraria de Linkiesta curata da Nadia Terranova, è in stampa e sarà in distribuzione dal 15 maggio nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco), oltre che direttamente qui sul sito de Linkiesta.

Il tema del secondo numero di K è la Memoria.

Gli autori che hanno partecipato a questo numero con un racconto originale scritto appositamente per K sono:
Viola Ardone, Stefania Auci, Silvia Avallone, Annalena Benini, Giulia Caminito, Donatella Di Pietrantonio, Davide Enia, Lisa Ginzburg, Wlodek Goldkorn, Loredana Lipperini, Pasquale Panella, Francesco Piccolo, Alberto Schiavone, Simonetta Sciandivasci, Andrea Tarabbia, Alessandro Zaccuri.

C’è anche l’anteprima dei romanzi di Karl Ove Knausgård e di Ali Smith, entrambi in uscita in Italia nei prossimi mesi.
Il volume ospita anche tre mini racconti di Stefania Auci, Rosella Postorino e Nadia Terranova.

Preordina K – Memoria sul sito de Linkiesta a 20 euro più 5 di spese postali. Il volume sarà spedito dal 17 maggio e arriverà in due giorni in tutta Italia. Oppure compralo a 20 euro nelle migliori librerie indipendenti di tutta Italia (ecco l’elenco).

Per acquistare più copie di K, scrivere qui.

20 a copia