Fastweb NeXXtI modem sono diventati il nuovo hub digitale di tutti i dispositivi della casa

Fastweb ha lanciato sul mercato il primo internet box smart che integra comandi vocali e innovative funzionalità di intelligenza artificiale

Fastweb

Il modem non è più soltanto quel dispositivo che porta la connessione a internet in casa e va nascosto in un angolo o di fianco al computer. L’elemento puramente funzionale, quello della connettività, resta. Ma è una parte dell’insieme: il modem è soprattutto l’anello di congiunzione fra tutti i dispositivi connessi di casa e al tempo stesso uno strumento in grado di semplificare diverse funzioni.

E non solo. È anche un oggetto di design da esporre: lontano dell’idea della vecchia scatola anonima, i nuovi modem sul mercato devono avere una linea estetica godibile, spendibile in ogni parte della casa.

La nuova digital box intelligente di Fastweb è l’esempio di come il nuovo trend tecnologico possa procedere di pari passo con l’esigenza di un’estetica accattivante. Fastweb NeXXt è il primo internet box lanciato sul mercato italiano che tiene insieme i comandi vocali e le innovative funzionalità di intelligenza artificiale: al suo interno integra Alexa, l’assistente vocale di Amazon basato su cloud che consente di svolgere diverse attività – dalle chiamate e la ricezione dei messaggi alla riproduzione di musica, dall’impostazione di promemoria al controllo degli oggetti connessi della casa.

Ovviamente la priorità è quella della connettività: NeXXt permette di beneficiare della rete in fibra ottica FTTH di Fastweb (velocità fino a 2,5 Gbps in download e 300 Mb/s in upload), è dotato della tecnologia di ultima generazione Wi-Fi 6, permette di collegare fino a 128 dispositivi contemporaneamente abilitando velocità di connessione potenzialmente più elevate rispetto agli standard precedenti.

Secondo i dati dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano il mercato di questo nuovo tipo di prodotti è in espansione. Nel 2020 in Italia il mercato dell’Internet of Things si è attestato a 6 miliardi di euro, di cui 505 milioni di euro rappresentati appunto dalla Smart Home, di cui gli Hub Intelligenti possono rappresentare una componente destinata a crescere di una quota tra il 5 e il 7% ogni anno nei prossimi 5 anni.

L’innovazione in questo settore passa da tre direttrici principali: l’integrazione di algoritmi di Intelligenza Artificiale che permettono, ad esempio, di analizzare la performance di rete in tempo reale in modo proattivo e attivare in automatico l’assistenza clienti; l’integrazione di assistenti vocali per attivare le funzioni del modem attraverso l’utilizzo di comandi vocali; la domotica, quindi la possibilità di controllare attraverso il modem tutti gli oggetti connessi della casa – dagli elettrodomestici alla tv, passando per illuminazione, riscaldamento o impianti audio – accompagnando la rivoluzione digitale all’interno delle abitazioni.

«Accompagnare i clienti nel percorso in atto di trasformazione digitale semplificandone la vita è da sempre la nostra missione», ha detto Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. L’idea infatti è che un’azienda che lavora nel settore delle telecomunicazioni debba riuscire ad accompagnare la trasformazione digitale in atto in questo momento storico, con un servizio migliore e con dispositivi adeguati.

«Per questo – aggiunge Calcagno – abbiamo creato NeXXt che è molto di più di un internet box. È il cervello “smart” della casa, per una digitalizzazione sempre più inclusiva e alla portata di tutti grazie alla possibilità di governare la tecnologia con l’immediatezza della voce. Un modem unico in Italia, concepito come piattaforma che evolve nel tempo e su cui svilupperemo progressivamente servizi innovativi basati sul Cloud e IoT per arricchire l’esperienza dei nostri clienti».

Ci sono, infine, altre due caratteristiche particolarmente ricercate sul mercato dei modem di ultima generazione. La prima è la possibilità di personalizzare l’esperienza di navigazione, cioè un modo per ottimizzare la connessione sulla base delle diverse abitudini di utilizzo, attraverso la creazione di differenti profili da associare ai componenti del nucleo familiare e ai dispositivi utilizzati da ciascuno.

Ad esempio NeXXt permette di impostare la modalità “smartworking” al PC o la modalità “scuola” al tablet per potenziare la connessione durante le ore di lavoro o studio, mettere in pausa il Wi-Fi o pianificare l’orario di spegnimento di determinati device o attivare il Parental Control per garantire una navigazione sicura.

L’altra caratteristica necessaria per l’attrattività sul mercato è quella della sostenibilità ambientale, in linea con le esigenze di questa particolare fase storica. «NeXXt non trascura la sostenibilità: l’integrazione del Wi-Fi6 garantisce infatti migliori standard di sicurezza ed una riduzione dei consumi energetici grazie ad un sistema intelligente capace di abilitare i chip Wi-Fi dei dispositivi collegati in wireless solo in caso di necessità», spiegano da Fastweb, che includerà il suo nuovo modem gratuitamente in tutte le offerte per i nuovi clienti a partire da lunedì 17 maggio.