Pagelle estiveI ghiaccioli del supermercato

Dopo i gelati in vaschetta e quelli su stecco, cono e biscotto, oggi continuiamo a provare e recensire per voi le merende migliori offerte dal reparto frigo del vostro supermercato di fiducia, esaminando le alternative più fredde di tutte

L’auto nel parcheggio del supermercato è ferma da circa quaranta minuti, sotto il sole di agosto, dentro ci sono le stesse temperature che raggiunge l’interno di un panzerotto pomodoro e formaggio appena fritto. Eppure, coscienti di tutto questo, decidete di comprare i ghiaccioli e iniziate calcolare le tempistiche migliori, le strade meno trafficate, per capire come riuscire ad arrivare a casa, e al frizer, in tempo, prima che il vostro bottino si sciolga. Tutto questo lavoro, però, vi distrae dalla cosa più importante: quale ghiaccioli scegliere? Tranquilli, ci pensiamo noi con le pagelle! Voi preparate solo la borsa frigo e preoccupatevi di caricare la spesa in macchina, più veloci della luce.
Ghiaccioli con gusto a sorpresa Dorigel – 3
Abbiamo selezionato la classica confezioni con ghiaccioli misti che, sin dalla nascita del banco surgelati del supermercato, ci ammorba con le sue confezioni essenziali che tutto trasmettono fuorché estate, gusto e piacere. Fatta eccezione per le marche famose, i ghiaccioli in gusti assortiti sono spesso una delusione, specialmente per il gusto menta, che non vuole mangiare mai nessuno. Secchiate di coloranti, sapori che bisogna concentrarsi per sentirli, ma sicuramente, tanto refrigerio. Tutto questo vale per la confezione Dorigel? Assolutamente sì! Questi ghiaccioli hanno la singolarità di essere venduti in una confezione in cui uno dei gusti è a sorpresa e può rivelarsi anice, cedro o cola. Idea carina, ma usare solo il 2% di succo di limone per il vostro ghiacciolo è davvero poco. Ne mettiamo di più persino sul pesce arrosto, dai. Un’ultima cosa: lo stecco di legno non è mai al centro del ghiacciolo. Renzo Piano non sarebbe d’accordo e nemmeno noi.

Ghiaccioli Assortiti Abituè – 6
Ci riproviamo con un’altra confezione di ghiaccioli dai gusti assortiti: limone, arancia, menta, amarena. A produrli è Eskigel, l’azienda con sede a Terni di proprietà di Froneri che, a sua volta produce i marchi Motta e tanti altri come già raccontato nell’articolo dedicato ai gelati confezionati.
Questa volta la qualità è migliore. Gusti più decisi e impiego di succo (nei gusti in cui è previsto) in percentuali in linea con altri marchi. Lo possiamo definire la sufficienza dei ghiaccioli perché fa il suo dovere, ma nemmeno una virgola in più. Giusto, ma non si applica.

Estathé Ice pesca Ferrero – 6+
Ma come hanno fatto a non pensarci prima? Una vita di Estathé da bere e nessuno aveva mai pensato a metterlo in freezer e dimenticarsene, sembra assurdo. Finalmente Ferrero ci porta il the più amato dagli italiani (e probabilmente il più zuccherato) in versione ghiacciolo. Colpo di genio anche per la forma che, con le sue righe, ci ricorda l’iconico bicchierino. Niente da aggiungere, ha tutto il gusto di Estathé con il valore aggiunto del gelo. A non lasciarci indifferenti sono però le calorie, decisamente superiori a tanti altri ghiaccioli, e anche il prezzo: una volta arrivati alla cassa è calato un po’ il gelo.

Polaretti Dolfin – 6 ½
State già cantando il jingle, vero? In effetti Polaretti ha bombardato tutti noi giovani degli anni Novanta con spot che avevano il compito di farci conoscere questo piccolo ghiacciolo avvolto da un quantitativo di plastica che oggi ci lascia allibiti: conserverà anche il polaretto, ma nel frattempo scioglierà il Polo Nord. Pare che Dolfin abbia iniziato a ridurre l’uso della plastica, ma ad occhio, non basta. In compenso rimaniamo sorpresi dall’assenza di coloranti in questi ghiaccioli dai gusti assortiti alla frutta e notiamo un abbondante uso di succo, che supera anche il 10% per i vari tipi. Molto bene! Sicuramente un ghiacciolo per bambini con un gusto fatto per loro. Sono gli unici ad essere venduti fuori dal banco surgelati e questo significa che dovrete portarli a casa e aspettare che gelino, ma anche che non dovete per forza fare i 120km/h per coprire la distanza che vi separa dal freezer di casa.

Lemonissimo Algida – 7+
Sul pack campeggia il vecchio logo Algida, quello con la scritta in giallo e un pallino arancione sul fondo e sentiamo subito un tuffo al cuore. La forma di questo ghiacciolo però è cambiata, passando da una specie di missile a una forma più classica. Il nome sembra dirci tutto sul gusto, ma non è così: Lemonissimo è al gusto di limone, ma anche di cedro. A renderlo incredibilmente pazzesco e goloso è l’interno, morbido e cremoso, che lo trasforma in un piccolo dessert al limone. È un genere, un po’ come i tortini al cioccolato con cuore caldo.
Una vita passata sottozero, ma questo cuore non si è mai indurito e così anche il nostro si scioglie, ogni volta che lo vediamo. Limoniamo, Lemonissimo!

Scaccia Pensieri Dorigel – 7 ½
Sempre Dorigel ci propone questi due ghiaccioli di ispirazione siciliana che sono definiti granita su stecco, in due gusti: con latte di mandorla e con latte di pistacchio, entrambi fatti utilizzando sciroppo d’agave biologico. Una novità di questa stagione che riesce a ingolosirci e che – dice l’azienda – è perfetta anche per chi è alla ricerca di proposte vegane.
Trattandosi di frutti come pistacchio e mandorla, questi ghiaccioli non sono il massimo per dissetarsi o rinfrescarsi, ma sono molto più simili a dei sorbetti e perfetti per un dopo pasto. Ci sono piaciuti e hanno tutte le carte in regola per farci sentire un po’ in Sicilia, mizzìca!

Pirulo mini Motta – 7 ½
Frutti tropicali intrecciati in un ghiacciolo esotico e colorato. Il Pirulo Motta, che al supermercato troviamo in versione mini, è un ghiacciolo goloso. Buon rapporto di succo rispetto agli altri ingredienti e coloranti naturali come curcuma e barbabietola. Ci convince anche per questa sua struttura a spirale che lo rende assolutamente più comodo da mangiare senza farci sbrodolare più di tanto. E questo non è un elemento da sottovalutare. Enjoy Pirulo!
Summer Mix Algida – 8+
Qui andiamo oltre la confezione mista di ghiaccioli, è un’apoteosi di scelta di gusti e forme diverse. I bambini potrebbero andare su di giri con questo super pack, proponetelo con cautela.
Summer Mix offre cinque versioni di ghiacciolo, dal mitico Calippo Cola, passando per il Twister, fino ad arrivare a ghiaccioli all’arancia, o quelli con limone, menta e asperula. Che sofisticatezza! Sono tutti sfiziosi e abbastanza piccoli da farvi venire la folle idea di provarli tutti, uno dopo l’altro. A loro diamo il premio “Migliore varietà” che, per dei ghiaccioli da tenere in casa, non è affatto un affare di poco conto.

Liuk Algida – 8 ½
Questo è un ghiacciolo che ha qualcosa di più, dentro, letteralmente. Lo conosciamo tutti per il suo stecco che abbandona il legno per diventare liquirizia, commestibile e irresistibile. Il ghiacciolo è al gusto limone e la consistenza è più elaborata, simile a un sorbetto. È fatto con oltre l’8% di succo di limone, una quantità che sembra poca, ma è superiore a quella di molti altri ghiaccioli. Con un Liuk va sempre tutto bene fino a quando il ghiacciolo si scioglie un po’ e va a toccare lo stecco di liquirizia che state reggendo: si atterra in una situazione di disagio e cominciate subito a cercare l’acqua corrente più vicina dove poter togliere questa specie di colla dalle mani. Ma una volta finito, vi renderete conto che è il ghiacciolo che stavate desiderando.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter