L’ebreo onorarioIl podcast che racconta l’impegno antifascista del banchiere Raffaele Mattioli

Una serie di sei puntate, realizzate da Chora Media in collaborazione con Intesa Sanpaolo e con la voce di Camilla Ronzullo, mette al centro le azioni con cui l’allora presidente della Comit salvò o provò a salvare diverse persone colpite dalle leggi razziali

“Ebreo onorario”. Era la formula con cui venivano indicati, con intento derisorio, tutti coloro che prendevano le difese degli ebrei, negli anni bui della propaganda antisemita. Tra questi c’era il banchiere antifascista e umanista Raffaele Mattioli, a quei tempi presidente della Comit (Banca Commerciale Italiana), confluita poi nel gruppo Intesa Sanpaolo. Non era ebreo e aveva scelto per sé proprio questa definizione, con cui indicava la sua vicinanza al mondo ebraico, la comunanza di spirito e il suo impegno per il salvataggio di tanti di loro durante le persecuzioni razziali.

È per questo che, in occasione del Giorno della Memoria (il 27 gennaio), Intesa Sanpaolo e CHORA – la podcast company italiana, fondata nel 2020 da Guido Maria Brera, Mario Gianani, Roberto Zanco e Mario Calabresi che la dirige – presentano “L’Ebreo Onorario”, una nuova serie podcast realizzata con la collaborazione dell’Archivio storico Intesa Sanpaolo. Racconta l’avvincente storia di Raffaele Mattioli, pubblicata su Intesa Sanpaolo On Air – la piattaforma di contenuti audio della banca che raccoglie voci, storie e idee sul futuro, sostenibilità, inclusione, cultura con oltre 700 episodi in 70 serie e 5 milioni di stream dal lancio nel giugno 2020 – e su Choramedia.com e tutte le principali piattaforme audio (Spotify, Apple Podcast, Google Podcast e YouTube).

Nei primi sei episodi (da 30 minuti circa), la voce di Camilla Ronzullo, autrice milanese conosciuta ai più come Zelda was a writer, ripercorre un viaggio nella memoria dal 1930 al 1945 circa. Ogni episodio – scritto da Camilla Ronzullo e Ilaria Orrù insieme a Cesare Martinetti con la supervisione editoriale di Sara Poma – racconterà la storia dei dipendenti che Mattioli e altri uomini della Comit (Banca Commerciale Italiana) hanno provato a salvare dalla deportazione.

Ad arricchire il racconto saranno le tesimonianze di chi non è più qui ma può ancora parlare attraverso lettere e memoriali custoditi dall’Archivio storico Intesa Sanpaolo. Ecco allora che l’ascoltatore può immergersi nella storia grazie alle fonti storiche arrivate finora: alcuni estratti della corrispondenza tra il ragioniere della Comit Guido Schwarz e il collega Tiburzio Pinter, i testi di Antonello Gerbi, una lettera in cui Massimiliano Majnoni della Comit racconta di come riuscì a portare in salvo il libraio antiquario Werner Prager grazie al suo rapporto con il Vaticano.

Episodio dopo episodio, prende così vita un racconto fatto anche di luoghi, come la casa milanese di via Bigli, la via in cui abitava Mattioli, che diventa un rifugio cenacolo per intellettuali e antifascisti.

L’iniziativa è il primo capitolo di una collaborazione che in autunno vedrà nuove storie della serie “L’Ebreo Onorario” e un secondo progetto di podcast con 50 episodi in cui ricercatori italiani all’estero racconteranno la propria esperienza quotidiana: cosa significa la passione per la ricerca, la sorpresa e la felicità della scoperta, il riconoscimento internazionale e molto altro ancora.

Oggi nartedì 25 gennaio, il podcast verrà presentato da Mario Calabresi e Camilla Ronzullo tramite una diretta dalle 13:00 alle 14:00 sui profili Instagram di CHORA e Zeldawasawriter.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club