Segui il flussoPartire, sognare

È estate, fa caldo, abbiamo tutti voglia di staccare la spina. Da Ischia alla Sicilia, la nostra settimana è stata decisamente on the road

PIATTO DEL GIORNO
Iniziamo parlando di ristorazione come driver per la sostenibilità: uno studio ha sondato il grado di sostenibilità di 29 ristoranti italiani. Il risultato? Ci si adatta e si diventa più green, ma la parola chiave resta “responsabilità”. Sostenibili o no, i prodotti europei a base di carne di maiale diventeranno presto introvabili sul mercato giapponese: ci vorranno anni prima che possano riprendere le importazioni. E intanto i ristoratori giapponesi stanno iniziando a sostituirli con prodotti locali.

Sul fronte pesca, invece, una buona notizia: l’acquacoltura può aiutarci nella salvaguardia delle specie a rischio estinzione. Gli allevamenti sostenibili rappresentano un modello di uso accorto delle risorse e la sponda trentina del lago di Garda è ricca di esempi virtuosi.

E sempre per le buone notizie, c’è un italiano tra i cinquanta talenti che cambieranno il mondo del cibo. È Corrado Paternò Castello, entrato nella lista degli under 35 che con i loro progetti innovativi stanno rivoluzionando il mondo dell’agroalimentare.

ALLA CARTA
L’happy hour si rimette in forma e arrivano i cocktail a basso contenuto di alcol e finger food pensati per chi pratica sport o segue un regime alimentare specifico. La nuova moda si chiama aperi-fit.

Per chi è meno attento alla linea, abbiamo preparato una carrellata di piatti in cui due uova si confrontano per capire come mai uova e caviale sono un’abbinata vincente.

FUORI MENU
Iniziamo bene la giornata con dieci colazioni memorabili da fare in hotel, tra marzapane di Pietrasanta, salmone affumicato con il fieno di montagna, kiwi e mele da raccogliere direttamente nel frutteto.

Facciamo un tour da Altavilla passando per Monreale, per mangiare una buona pizza fuori e conoscere pizzaioli illuminati.

Per pranzo invece possiamo scoprire la storia di Ischia raccontata attraverso il suo coniglio, che non è solo la ricetta più famosa dell’isola. Nelle origini di questo piatto è riassunto il Dna di una terra e di un popolo votati all’accoglienza.

E per chi ambisce a stare al fresco, la proposta è di passare un’estate nel verde delle vette austriache,  alla scoperta dell’incredibile patrimonio di pascoli, malghe e alpeggi di una nazione da visitare per capire come la cura del paesaggio sia un’alternativa culturale e un richiamo turistico importante.

Del resto, l’aveva già capito il re del tartufo Giacomo Morra con la sua visione: più di sessant’anni fa aveva creato il mito di Alba e del suo prodotto più celebre. E Enrico Crippa lo ricorda con un pranzo memorabile.

CARTA DEI VINI
Per scegliere che cosa bere, andiamo a fare un viaggio tra gli stili di vinificazione dell’Alto Adige passeggiando per una cantina che ha fatto dell’identità e del territorio una grande storia di famiglia, tutta al femminile.

Ma studiamo anche la storia: Plinio il Vecchio era anche l’enologo dell’Antica Roma e ha scritto una guida per appassionati di vino agile, divertente, chiara, attuale, anche se ha 2000 anni.

Più recente è la realizzazione di un sogno da parte di un giovane vignaiolo altoatesino, che ha scelto la Francia: lì coltiva vigne e toglie all’abbandono le terre che altrimenti sarebbero state dimenticate.

Siamo giunti al termine, anche questa volta. Per il fine settimana abbiamo in programma di leggere la storia sentimentale del ramen, un omaggio al comfort food giapponese che abbiamo imparato ad amare. E già che ci siamo, prenotiamo anche una cena speciale, insieme a Gastronomika e a Forketters, il nostro progetto di social eating che si sposta sul lago Maggiore per una serata pieds dans l’eau! Ci vediamo lì?

Questa è la newsletter di Gastronomika. Per riceverla ogni venerdì, puntuale all’ora di pranzo, iscriviti qui

Siamo sempre alla ricerca di nuovi spunti, suggerimenti e idee per capire meglio il mondo del cibo contemporaneo. E anche della nuova ricetta per il piatto più buono del mondo. Se ce l’hai, o vuoi aiutarci a fare un giornale migliore, puoi scriverci qui: [email protected]

Buona cucina!

Anna Prandoni

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter