Conferme e sorpreseAnche il centrodestra chiude le liste. Tra le novità c’è Tremonti che corre con Fdi

Manca qualche dettaglio ancora, ma i nomi sono stati decisi. Confermati in ogni partito i big: per Forza Italia (il caso Moles in Basilicata) qualche fibrillazione e nomi nuovi come Lotito e Rita Dalla Chiesa

di Kelly Sikkema, da Unsplash

I nomi delle liste sono pronti, a parte le ultime limature, anche per il centrodestra. Giorgia Meloni, leader di Fdi, si candida nell’uninominale all’Aquila e in cinque circoscrizioni alla Camera. Oltre ai big del partito, come Ignazio La Russa, Raffaele Fitto e Francesco Lollobrigida, nella sua formazione correranno anche il magistrato Carlo Nordio, ma anche Marcello Pera e Giulio Tremonti, oltre a Maurizio Leo e al prefetto Giuseppe Pecoraro ci saranno Antonio Guidi, Giulio Terzi di Sant’Agata, Eugenia Roccella e le due ex sciatrici Lara Magoni e Barbara Merlin.

Il risiko delle candidature ha suscitato molto scontento in Forza Italia. Elisabetta Casellati è stata spostata dal Veneto in Basilicata per far spazio ad Anna Maria Bernini, mentre Giuseppe Moles è rimasto fuori. In Molise corrono in due, Cesa e Lotito, e nessuno è originario della regione. I big sono al sicuro: Marta Fascina è candidata al proporzionale in tutta la Campania, subito dopo Tajani. Ronzulli è a Como, Barelli in due circoscrizioni del Lazio. Il partito è riuscito a dare spazio a candidature notevoli come quella di Rita Dalla Chiesa in Puglia e Maurizio Casasco, presidente di Confapi, a Brescia.

Per la Lega sono stati confermati tutti i big, con poche eccezioni, come l’esclusione del senatore di origine nigeriana Toni Iwobi.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club