Al gratinQualcosa lievita nel forno di Stefano Cavada

In arrivo in libreria la terza opera del cuoco e food blogger altoatesino. Dopo la cucina e il Natale, questa volta protagonista è la cottura al forno

Foto Cottonbro – Pexels

L’abbiamo conosciuto nel 2019 con le ricette semplici da realizzare de La mia cucina altoatesina. 45 ricette per ogni occasione” e due anni più tardi con Il mio Natale altoatesino. 60 ricette per il periodo più magico dell’anno” ci ha accompagnato alla scoperta dell’essenza della tradizione e della preparazione per la festa più amata.

Ora è la volta di Inforno. 60 prelibatezze dolci e salate da cuocere al forno” (Athesia), ricettario interamente dedicato a una delle più grandi passioni del cuoco e food blogger, il forno. Il libro sarà disponibile dal 28 settembre.

Le ricette contenute nel libro sono studiate appositamente per essere preparate, come il titolo suggerisce, al forno, elettrodomestico fedele compagno di molte delle sue preparazioni. Raccolte in sei differenti capitoli – primi, secondi, pane, torte, biscotti e piccole prelibatezze –, le ricette sono anticipate da una preziosa guida con utili consigli da mettere in atto per ottenere sempre l’infornata perfetta. Pur rimanendo la componente tradizionale legata alla cucina tipica altoatesina, l’autore ha voluto arricchire le sue ricette con richiami alle sue esperienze a Londra e Parigi.

«In questo nuovo libro c’è tantissimo di me» dice Cavada «da sempre ho una grande passione per le ricette da forno, come torte, pane e biscotti. Probabilmente perché il profumo che esce dal forno durante la cottura di queste pietanze è buonissimo. Rispetto ai precedenti due libri c’è un focus minore sulle tradizioni altoatesine, anche se alcune influenze dell’Alto Adige non mancano. La differenza maggiore sicuramente è nelle fotografie: sono tante di più». E, in effetti, nel volume una grande attenzione è stata rivolta alla fotografia, affidata a Lucia Iannone e Claudiu Frasiloaia (conosciuti sui social come Frollemente).

Sessanta ricette per scoprire (anche) le passioni del conduttore di Food (R)evolution su Rai 3 Alto Adige e SelfieFood su La7d, come la pasta pasticciata («per mio gusto personale, deve essere ben gratinata così da avere quella crosticina super croccante in superficie!») o la focaccia alle olive che, dice, per essere davvero buona deve avere «consistenza croccante, il sapore deciso e mediterraneo delle olive e la morbidezza della parte interna».

Non resta che accendere il forno e impostare il timer.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club