Brindare a VeneziaInizia la Venice Cocktail Week

La seconda edizione della manifestazione torna ancora più ricca di appuntamenti, protagonisti e indirizzi. Fino al 2 ottobre la lista dei cocktail bar da provare in città è decisamente interessante

Da un paio d’anni ormai anche Venezia, città di arte, cultura e grandissima storia, sta cercando di dedicare sempre maggiore attenzione al mondo dei cocktail bar, del bere miscelato e di qualità. Sono molte le strutture ricettive in laguna, tante di grande charme e lusso e sono sempre più numerose quelle che investono sull’ospitalità di livello nel comparto food and beverage. La Venice Cocktail Week è una manifestazione pensata per coinvolgere infatti i Bar d’Hotel, i cocktail bar (quei pochi tenaci che resistono nel vecchio centro) e i Caffè Storici con l’intendo di coinvolgere in primis i cittadini veneziani e delle zone limitrofe a conoscere e vivere contesti cittadini ancora poco escplorati. Oltre ad un drink list ad hoc, incentrata su temi specifici come il made in Italy, il mondo del cinema e quindi il premio Leon D’Oro e l’aperitivo del mezzogiorno, Venezia si anima di un calendario denso di iniziative e appuntamenti. Masterclass, guest shift, serate a tema, ospiti nazionali ed internazionali. Si tratta di eventi che hanno buona presa sul pubblico di settore, la così detta industry del bar, ma che allo stesso tempo hanno un ottimo potenziale di coinvolgimento cittadino e perché no, anche turistico.

Questo format in realtà nasce a Londra, nel 2008 ed è stato portato in Italia dall’abile e intraprendente Paola Mencarelli quasi dieci anno dopo, iniziando a Firenze con la Florence Cocktail Week nel 2016. Visto il successo dell’edizione toscana, si è quindi scelto di esportare il concept anche al territorio della Serenissima, spingendo finalmente questa città a valorizzare la cultura del bere miscelato, consapevole e responsabile.
Una serie di incontri e attività che paradossalmente hanno preso piede in città meno strutturate e complesse – ad esempio rispetto a Milano e Roma – dove le singole realtà partecipanti riescono a creare networking più efficaci e con più presa locale. A questo si aggiunge una cultura della gente del posto ancora per certi versi vergine nei confronti di molte ricerche contemporanee del mondo della mixology e proprio per questo interessanti per i tanti ospiti internazionali coinvolti e i brand promotori.
Anche se in laguna le distanze non sono immediate, si tratta di un’occasione diversa e fuori dai soliti itinerari, per organizzare una calata di due giorni o più e conoscere nuovi indirizzi, persone di professionalità così sfaccettate e operatori del mondo degli spirits di assoluto livello.

Tra le iniziative di più ampio respiro vi sono numerosi eventi aperti a pubblici anche generici: tour di caffè storici, bacari, cocktail bar, tour dei Giardini, tour in Bragozzo (imbarcazione da pesca locale), Tour in “top” (imbarcazione tipica della laguna veneziana), e persino un’esperienza al mercato di Rialto. Per gli amanti della gastronomia e delle nuove esperienze di pairing e ricettazione, quest’anno è stato creato un piccolo calendario di appuntamenti Dining with the spirits, tra i quali i ristoranti stellati Glam, Wisteria, ZanzeXVI utilizzeranno alcuni distillati come ingredienti dei loro piatti. 

 Il programma è consultabile e in continuo aggiornamento sul sito www.venicecocktailweek.it 

Bar d’hotel partecipanti

  1. Alchemia, Ca’ di Dio
  2. Arts Bar, The St.Regis Venice 
  3. Bar Gabbiano, Cipriani, A Belmond Hotel, Venice
  4. Canova Bar, Baglioni Hotel Luna
  5. Excess Venice Cocktail Food&Garden, Excess Venice
  6. Experimental Cocktail Club, Il Palazzo Experimental 
  7. Il Caravellino, Hotel Saturnia & International
  8. LPV Bar, Londra Palace Venezia
  9. Palazzina The Bar, Palazzina Grassi
  10. Sagra Rooftop, JW Marriott Venice Resort & Spa (N)
  11. Savor Restaurant Bar & Garden, Hotel Indigo Venice (N)
  12. Skyline Rooftop Bar, Hilton Molino Stucky Venice
  13. Settimo Cielo Rooftop, Hotel Bauer Palazzo (N)
  14. The Bar, Aman Venice 
  15. Top of the Carlton Sky Lounge, Hotel Carlton on the Grand Canal (N)

Cocktail Bar che aderiscono alla VCW

  1. Amo, Fondaco dei Tedeschi 
  2. Ancòra (N)
  3. Blue Drop
  4. Caffè Florian 
  5. Caffè Lavena 
  6. Chet Bar
  7. ChicBar, Taverna La Fenice
  8. Grancaffè Quadri 
  9. Hostaria in Certosa (N)
  10. Il Mercante 
  11. Marciano Pub Venezia (N)
  12. Osteria I Rusteghi (N)
  13. San Giorgio Cafè
  14. Tarnowska’s American Bar
  15. Terrazza Aperol
  16. Time Social Bar 
  17. Venissa – Il Bar (N)

Tuttle le foto sono di Martino Dini per VCW