ArcheopastaDan Pashman ci riprova, arrivano Vesuvio e Quattrotini

Riscoprire la storia e riportarla in vita, perché la novità molto spesso arriva dal passato. Il creatore del podcast Sporkful e Sfoglini ha deciso di modificare e portare in America formati dimenticati

«Ho già esaudito il mio sogno di creare il mio formato di pasta. Così ho avuto un’idea migliore: andare alla ricerca di formati dimenticati, che giacevano in angoli polverosi del canone pastaio, e tirarli fuori». Dopo aver creato i Cascatelli, tra le 100 invenzioni più importanti del 2021 secondo Time, Dan Pashman ha tirato fuori due nuovi formati di pasta, facendo archeologia gastronomica. Si chiamano Vesuvio e Quattrotini e sono due formati di pasta nati in Italia, dimenticati e ora rimessi in produzione dal creatore del podcast Sporkful e dall’azienda Sfoglini. La parte più divertente di questa impresa, raccontata su Mission: ImPASTAble è che, pur essendo nati in Italia, queste varietà di pasta sono pressoché sconosciute persino in patria.

I Quattrottini sono una rielaborazione del formato Cinque Buchi. In origine, erano fatti solo in Sicilia durante il Carnevale, conditi con ragù di maiale al pomodoro. Oggi sono in pochi a produrla: tra questi c’è il pastificio Poiatti di Mazzara del Vallo. Pashman e Sfoglini hanno aggiunto al formato originale le scanalature, li hanno allungati nella forma e rinominati Quattrotini. Al contrario di ciò che è accaduto con i Cascatelli, per questo formato non ci sono stati molti test d’assaggio. Anzi, non ce n’è stato nessuno. «Ho visto una foto e ne sono stato ossessionato», ricorda Pashman.

Nomen omen: il formato Vesuvio omaggia il famoso vulcano napoletano nella sua forma. Corto, rotondo e ancorato a una larga base che termina con un cono sottile, riesce a catturare la salsa nelle sue spirali, garantendo un morso perfetto. Il team ha aggiunto tre giri al cono e hanno reso la forma complessiva più corta per aumentare la superficie e le fessure su cui la salsa può aggrapparsi. Nati a Gragnano e diffusi in Campania (ma anche online), sono una rarità nelle altre regioni italiane e irreperibili negli Stati Uniti.

Anche i due “nuovi” formati lanciati da Pashman e Sfoglini rispettano i famosi criteri voluti per i Cascatelli: forkability (la capacità di acchiappare la pasta con la forchetta), sauceability (la capacità di prendere quanta più salsa dal piatto grazie alla forma) e toothsinkability (la soddisfazione data da ogni morso). Raccontando della nascita della sua versione di Vesuvio, Pashman spiega che oltre a soddisfare tutti i suoi criteri, questo formato era soprattutto molto divertente. Per chi ha voglia di provare questa rivisitazione a stelle e strisce dei nostri formati tradizionali, può ordinarli sul sito di Sfoglini, nella sezione The Sporkful Collection.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club