Sette statuetteAgli Oscar trionfa Everything Everywhere All at Once

La storia fantasmagorica sull'immigrata cinese che gestisce una lavanderia a gettoni vince il premio come miglior film, miglior regia e tre su quattro dedicati alle interpretazioni. Brendan Fraser vince come miglior attore. Nessun riconoscimento per gli italiani. Il miglior documentario lo vince Navalny

LaPresse

Ecco l’elenco completo dei vincitori della novantacinquesima edizione dei Premi Oscar. Nessun riconoscimento per gli italiani. Nella categoria “Short Film (live action)”, “Le pupille” di Alice Rohrwacher è stato battuto da “An Irish Goodbye”, mentre nella categoria “Make Up and Hairstyling” il trucco di the Whale ha battuto le acconciature di Elvis fatte da Aldo Signoretti. Il Premio Oscar come Miglior documentario è andato a “Navalny”, diretto da Daniel Roher, Odessa Rae, Diane Becker, Melanie Miller e Shane Boris. Sul palco la moglie del leader dell’opposizione russa ha commentato: «Mio marito è in carcere solo perché ha voluto difendere la democrazia. Sogno il giorno in cui sarai libero e sarà libero il nostro paese. Rimani forte, ti amo».

Migliori film
Everything everywhere all at once

Migliore regia
Daniel Kwan, Daniel Scheinert per Everything everywhere all at once

Miglior attrice protagonista
Michelle Yeoh per Everything everywhere all at once

Migliore attrice non protagonista
Jamie Lee Curtis per Everything everywhere all at once

Miglior attore protagonista
Brendan Fraser per The whale

Migliore attore non protagonista
Ke Huy Quan per Everything everywhere all at once

Miglior montaggio
Everything everywhere all at once

Miglior sceneggiatura originale
Everything everywhere all at once

Miglior sceneggiatura non originale
Women talking

Miglior film internazionale
Niente di nuovo sul fronte occidentale

Miglior fotografia
Niente di nuovo sul fronte occidentale

Miglior colonna sonora
Niente di nuovo sul fronte occidentale

Miglior scenografia
Niente di nuovo sul fronte occidentale

Migliore canzone
Naatu Naatu da Rrr

Miglior film d’animazione
Pinocchio di Guillermo del Toro

Miglior Makeup e Hairstyling
The Whale

Migliori effetti visivi
Avatar: La via dell’acqua

Miglior documentario
Navalny

Miglior corto documentario
The elephant whisperers

Miglior cortometraggio
An Irish goodbye

Miglior corto animato
The boy, the mole, the fox, and the horse

Migliori costumi
Black Panther: Wakanda Forever

Miglior sonoro
Top Gun: Maverick

 

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter