La Via delle Sorelle Un cammino lento che collega Bergamo e Brescia

Ogni tappa di questo percorso ha delle specificità naturali, artistiche ed enogastronomiche meritevoli anche solo di un weekend

Foto Franciacorta

Conosciute per l’operosità del capitale umano che le ha rese celebri nel settore manifatturiero, Bergamo e Brescia possono vantare province di sconosciuta bellezza, capaci di superare un immaginario collettivo che le ha battezzate come simbolo del lavoro operaio e della produzione di massa. Protagoniste della drammatica emergenza pandemica, nel 2023 si sono unite nella volontà di crescere insieme, dando vita a una sola Capitale italiana della cultura. Di qui l’ispirazione per “La Via delle Sorelle”: un cammino bidirezionale di centotrenta chilometri che si sviluppa principalmente in collina e collega le due città toccando più di trenta comuni, al contempo limitando il più possibile i terreni asfaltati.

Pensato su sei tappe, il percorso è idealmente dedicato a chi ha una settimana libera da trascorrere in compagnia di natura e cultura, ma può essere modulato in base al tempo che si ha a disposizione. In particolare, la seconda tappa (partendo da Brescia) attraversa la Franciacorta in duplice variante: quella alta conduce alla vetta del Monte Cognolo, offrendo la vista più spettacolare di cui si può godere lungo la Via; la bassa evita la suggestiva “scalata”, e si presta meglio ai meno allenati e alle giornate di cattivo tempo. Quale che sia la scelta, non mancherà occasione per degustare un buon calice di vino.

CONTINUA A LEGGERE QUI

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club