Jet fiamminghiIl Belgio consegnerà a Kyjiv trenta F-16 e un miliardo di euro di aiuti militari

La visita tra il Zelensky e il primo ministro belga De Croo ha portato alla consegna di nuove armi per combattere la Russia. «Per la prima volta si specifica il numero dei velivoli», ha commentato il presidente ucraino

AP/Lapresse

Quasi un miliardo di euro di aiuti militare e trenta jet da combattimento supersonici F-16. È il contenuto del nuovo accordo fra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il primo ministro del Belgio Alexander De Croo. L’annuncio del nuovo pacchetto di aiuti è stato dato oggi durante la visita del presidente ucraino a Bruxelles. «Siamo molto determinati per quanto riguarda il nostro sostegno — ha scritto De Croo su X — quindi dobbiamo fare di più, meglio e più velocemente».

I caccia F-16, di produzione americana, saranno consegnati a Kyjiv entro il 2028 e il promo velivolo arriverà già quest’anno. «Per la prima volta — ha scritto Zelensky su X — un tale accordo specifica il numero esatto di aerei da combattimento F-16.  Ciò garantirà l’impegno del Belgio a fornire sostegno al nostro Paese nel corso dei dieci anni dell’accordo».

Il presidente ucraino ha anche spiegato che «L’accordo garantisce tempestiva assistenza di sicurezza da parte del Belgio, moderni veicoli blindati, attrezzature per soddisfare le esigenze dell’aeronautica e della difesa aerea dell’Ucraina, sicurezza navale, sminamento, partecipazione alla coalizione di munizioni di artiglieria e addestramento militare».

Il miliardo di euro di aiuti belga arriva il giorno dopo la firma dell’accordo bilaterale di sicurezza tra l’Ucraina e la Spagna. «La Spagna sostiene l’Ucraina da due anni — ha affermato il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez — Sfortunatamente, l’aggressione russa continua e dobbiamo aumentare il nostro sostegno». Il governo di Madrid infatti si è impegnato a fornire a Kyjiv cinque miliardi di euro entro il 2027, ha aumentato il numero di truppe ucraine da addestrare e ha fornito dei missili difensivi, ma non i Patriot. Su quest’ultimo punto Zelensky è stato critico è ha spiegato che all’Ucraina, martoriata dalle bombe russe, servono almeno sette missili di quel tipo.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter