PaparazziA tavola con (o a fianco di) Michael Imperioli

Per chi ama dedicarsi all’avvistamento di celebrity, ecco l’elenco di tutti i locali newyorkesi in cui è probabile incontrare l’attore dei Soprano e di White Lotus (a cominciare dal suo)

Michael Imperioli, foto AP/LaPresse

Incontrare una celebrity per le strade o nei locali di New York non è insolito. Una volta, soprattutto gli italiani, si faceva la fila per andare a sentire Woody Allen che suonava il clarinetto al Café Carlyle. Lo scorso autunno i Rolling Stones registravano in uno studio nel West Village e spesso c’erano decine di fan che, informati dal passaparola, li aspettavano fuori. Dalle parti del lungo fiume di Domino Park a Williamsburg si può incontrare Justin Timberlake che abita in zona.

Sono rare le manifestazioni, che in Italia invece sono comuni, di invadenza e fanatismo per un selfie o un autografo (quelle oramai sono destinate dai ragazzini nei confronti degli influencer di grido), quindi spesso la disponibilità è massima.

Non stupisce quindi che The Infatuation, un sito sui ristoranti della città, pubblichi l’elenco dei ristoranti preferiti di Michael Imperioli. Copiare dalla stampa locale è una classica strategia dei corrispondenti all’estero e ne siamo consapevoli. Michael Imperioli, che ricordiamo è vegetariano, è uno degli attori più amati da Spike Lee con cui ha girato ben cinque film, ma deve la sua fama soprattutto alla serie “I Soprano” dove interpreta Christopher Moltisanti, un fedelissimo del capo che però aspira a lavorare per il cinema più che a dedicarsi al crimine: nella realtà ha proprio scritto cinque episodi della serie. La recente serie “The White Lotus” ne ha rinfrescato la fama.

Imperioli, ritornato in città nel 2020 dalla California, ora vive nell’Upper West Side e lo scorso novembre ha aperto assieme alla moglie un cocktail bar proprio nella zona, Scarlett Lounge, su Amsterdam avenue all’angolo con la ottantatreesima strada. Non è la prima volta che l’attore si butta nel mondo dell’hospitality: tanti anni fa aveva a Chelsea il Ciel Rouge, uno speakeasy aperto sotto casa, dove non era raro incontrarlo nel suo completo di sartoria italiana mentre si versava un Rémy Martin e fumava una Winston. Oggi non fuma più, è vegetariano, non beve alcolici, ma è appassionato alla cultura della miscelazione.

Scarlet Lounge
Questo è il bar creatura di Michel Imperioli e di sua moglie Vittoria che ha curato in prima persona lo stile “francese” del locale, ricco di velluti rossi. C’è un cocktail che si chiama White Lotus (Don Q Cristal rum, ananas, yuzu, zucchero di cocco e champagne), ma nessun riferimento ai Sopranos.
468 Amsterdam Avenue, New York 10023

Viand Cafe
È un classico diner, anche se in versione più curata: colazioni, panini, insalate, burger
2130 Broadway, New York 10023

Leyla
Brasserie mediterranea, apertura fino alle 10.30 (11 nel weekend) che oggi a New York non è più tanto facile da trovare. Abbondanza di scelte vegetariane.
108 W 74th Street, New York 10023

Osteria Accademia
Con questo nome non poteva che essere un ristorante italiano. Imperioli apprezza soprattutto la parmigiana di melanzane, uno dei suoi piatti preferiti della cucina della sua famiglia di origine.
646 Amsterdam Avenue, New York 10025

Dall’Upper West Side si scende verso sud, tra Soho e Tribeca; alcuni sono tra i più noti locali della citta.

Via Carota
È uno dei ristoranti italiani più celebrati a New York.  La chef Rita Sodi è di origini toscane, il suo socio  Jodi Williams è un vecchio amico di Imperioli.
51 Groove Steet, New York 10014

Superiority Burger
Gli hamburger vegetariani più famosi della città, aperto nel 2015. Come si dice: un must go. Non prendono prenotazioni, ma difficilmente Imperioli farà la coda
119 Ave A, New York 10009

Raoul’s
Ristorante francese aperto dagli anni Ottanta da due fratelli alsaziani, caro ed elegante. Uno storico locale di Soho frequentato anche da De Niro, Al pacino, Jonny Depp e Kate Moss
180 Prince Street, New York 10012

Tribeca Grill
Posto tranquillo, con tavoli ben distanzianti, dove Imperioli ha registrato qualche puntata del suo podcast sui Sopranoscon Steve Schirripa. I piatti preferiti dall’attore: la Caesar Salad e le French Fries.
375 Greenwich Street, New York 10013

Alcuni locali meno famosi:

Da Nico
Ristorante italiano che resiste all’espansione di Chinatown che si sta divorando Little Italy. Imperioli, accompagnato dal papà da ragazzino, non perdeva una festa di san Gennaro. Da Nico, anche se è aperto solo dal ’93, gli ricorda quelle atmosfere.
164 Mulberry Street, New York 10013

Hop Kee
Il ristorante cinese preferito da molti anni, quando viveva in questa zona con i figli piccoli che amavano i gamberi sale e pepe e i calamari con il peperoncino. Per Imperioli broccoli cinesi e fagiolini.
21 Mott Street, New York 10013

Infine un’escursione a Brooklyn:

Lucali
Non poteva mancare una pizzeria. Ma trattasi di pizza New York Style, che Imperioli preferisce a quella napoletana. Marco Iacono ha aperto la sua pizzeria nel 2006. Per provarla bisogna andare a Carrol Garden piacevole quartiere lontano dal clamore turistico a Brooklyn.
575 Henry Street, Brooklyn, New York 11231

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter