Un cortile di Milano visto con gli occhi del portiereIl mercato delle illusioni

  Sono andato al mercato delle illusioni, volevo barattare un paio di sogni. Forse non li ho raccontati bene, mi hanno offerto un biglietto per tornare a dormire. Ho girato tra le bancarelle quell...

Sono andato al mercato delle illusioni,
volevo barattare un paio di sogni.
Forse non li ho raccontati bene,
mi hanno offerto un biglietto
per tornare a dormire.
Ho girato tra le bancarelle
quella del futuro era piena di gente,
il banco del presente vuoto,
la signora che dava i biglietti per il passato
si lamentava
“Non capisco perché vengono qui” diceva.
Accanto a me passavano persone
che non vedevo da anni e salutavo senza stupore.
M’inquietavano anche
i giocattoli antichi e il vecchio che voleva farmi un ritratto.
Ho stretto forte nelle mani
il biglietto scambiato coi sogni
e sono andato via.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter