Un cortile di Milano visto con gli occhi del portiereL’oro che non ho

La luce del mattino è oro che non ho.Troppo stanchi gli occhi mieisemichiusi.Hanno vagato nella notte neraora non parlano,hanno già detto a ricchi prostitute e disperatiparole che non ricordano più...

La luce del mattino 
è oro che non ho.
Troppo stanchi gli occhi miei
semichiusi.
Hanno vagato nella notte nera
ora non parlano,
hanno già detto a ricchi 
prostitute e disperati
parole che non ricordano più.
Io mi sono cercato nei passi e le visioni,
nonostante sono stato attento
non mi sono trovato,
Eppure ho quasi pianto nel cercarmi,
ho sperato che dietro ogni ombra
io potessi apparire.
Adesso sono stanco,
porto i miei occhi a casa
per vedere se sono lì rimasto.
Tornerò nel buio artificiale della stanza
La luce del mattino
è oro che non ho.

Nicola Montella

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter