BabeleE-commerce del food in Italia: una crescita che sostiene il settore

L’acquisto online di ogni genere di bene è una pratica diffusa in tutto il mondo, ma per quanto riguarda il settore del cibo si incontrano spesso dati molto diversi rispetto a quelli che ci si sare...

L’acquisto online di ogni genere di bene è una pratica diffusa in tutto il mondo, ma per quanto riguarda il settore del cibo si incontrano spesso dati molto diversi rispetto a quelli che ci si sarebbe aspettati.

L’e-commerce del food in Italia, in particolare, è in crescita, anche se non allo stesso livello rispetto ad altri settori, e ad altri Paesi.

E-commerce del food in Italia, i dati del 2019

In particolare, sono stati appena diffusi i dati relativi al settore dell’ecommerce del food in Italia per il 2019.

Durante lo scorso anno gli italiani hanno speso 1,6 miliardi di euro per l’acquisto di generi alimentari online, pari a circa il 5% della spesa totale per tutti i beni acquistati su internet.

Anche se questo dato, che è stato diffuso dall’osservatorio Digital Innovation del Politecnico di Milano può sembrare limitato, e limitante, non bisogna intenderlo in questo modo.

Infatti, queste cifre hanno consentito di rilevare un aumento del 39% rispetto al 2018, un incremento che fa ben sperare per il futuro di chi venda le proprie creazioni alimentari su internet.

Il comparto del food, quindi, è da intendersi come quello maggiormente in crescita, in assoluto, negli acquisti online per il nostro Paese.

E-commerce del food in Italia: da che cosa è composto il paniere nostrano

Per approfondire ulteriormente l’incremento degli acquisti per l’ecommerce del food in Italia, sarà necessario valutare anche quali siano i beni maggiormente comprati dagli italiani.

Il primo posto è occupato proprio dall’alimentare, cioè dall’acquisto di generi alimentari “grezzi” su internet.

Gli italiani, quindi, amano molto acquistare pasta, olio, salumi e altri prodotti tipici online, come accade per il portale Saporideisassi.it.

Questo ecommerce è attivo ormai da 10 anni e si distingue per le proposte che si trovano nella sua vetrina: dalle specialità regionali (soprattutto pugliesi, ma non solo), agli ingredienti per un’alimentazione sana. Il tutto con un sistema molto semplice e accessibile.

I prodotti, quindi, preferiti dagli italiani sono sicuramente quelli freschi, ai quali si aggiungono gli ingredienti secchi, le bevande e anche pregiati distillati.

Oltre a quelli che sono i veri e propri ecommerce del food, dedicati, quindi, alla vendita di prodotti tipici, una grande fetta degli acquisti realizzati dagli italiani è rappresentata dagli acquisti alimentari all’interno dei supermercati online.

La spesa online, infatti, alletta sempre più gli italiani, sia essa realizzata all’interno dei portali dei supermercati (come il Carrefour o la Coop), sia all’interno di marketplace più grandi, come accade per Amazon Prime Now.

Questi acquisti possono riguardare l’intera spesa settimanale, oppure solamente alcuni beni. Tra quelli preferiti sono presenti sicuramente gli ingredienti secchi, come la pasta e il riso, ma anche quelli freschi, soprattutto frutta e verdura.

Un altro comparto che ha visto una grandissima crescita nel 2019 è stato quello del food delivery, cioè della consegna a domicilio di pasti pronti.

Basti pensare che, rispetto al 2018, si è registrato un incremento del 56%, per arrivare ad un totale di 556 milioni di euro per tutto l’anno.

L’ecommerce del food in Italia, quindi, rappresenta sicuramente una grande risorsa, ed un elemento in continua espansione.

Infatti, nel 2019 gli acquisti realizzati online, senza distinzione di categoria, sono aumentati del 15%. Si comprende, quindi, come l’incremento per il settore food sia davvero importante e dia un segnale specifico ai negozi e alle industrie.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta