BabeleLockdown e separazioni, cosa aspettarsi?

Già negli scorsi anni separazioni e divorzi hanno visto una continua crescita.

Il lockdown, quella che è stata chiamata quarantena da noi, sta mettendo a dura prova le famiglie sotto diversi aspetti. Tante persone, infatti, si trovano a dover convivere 24 ore al giorno con gli altri abitanti della loro casa.

Se dalla Cina, alla fine della quarantena, sono arrivate notizie relative all’aumento vertiginoso di separazioni e divorzi, la situazione potrebbe non essere diversa nel resto del mondo e, in particolare, in Italia.

Ho voluto analizzare questa situazione insieme a Domenico Iapello di riconquistare una ex che mi ha aiutato a chiarire questa notizia che ha percorso moltissimi giornali e talk show, ma la verità come sempre, starà nel mezzo?

Separazioni e divorzi in Italia, possono aumentare con il lockdown?

Una prima variabile che bisognerebbe prendere in considerazione nell’analizzare il rapporto tra separazioni in Italia e Lockdown è costituita dai divorzi che si sono verificati negli scorsi anni. Secondo l’ultimo rapporto Istat relativo alla popolazione italiana, sembra che già negli scorsi anni separazioni e divorzi abbiano visto una continua crescita.

In particolare, partendo dal 2015 si è registrato un aumento particolarmente consistente del numero di divorzi. Nel 2015 questi avevano raggiunto gli 82 mila casi, aumentando, quindi, del 57,5% rispetto all’anno precedente, e anche negli anni successivi il trend è stato sempre in aumento.

Nel 2016, infatti, si è arrivati a 99 mila divorzi, mentre nel 2017 ci si è assestati intorno ai 92 mila. Certo, questi due trend sono stati resi possibili anche da una variazione normativa che ha consentito di sciogliere il matrimonio più in fretta, e con costi contenuti, e che ha legittimato le unioni civili e di fatto, rendendo molti diritti parificabili rispetto a quelli delle coppie sposate.

Si sa che, però, i momenti di crisi possono innescare un processo che, magari, era silente da qualche tempo, e potrebbero, nel caso del lockdown, portare a mantenere alto il numero di separazioni e divorzi.

Separazioni e divorzi per il lockdown, quali le cause

Ci si può interrogare su quali possano essere le cause di un divorzio o di una separazione che seguano il periodo di quarantena. Certamente, la situazione di paura e di costrizione potrà portare alla luce le fragilità delle persone, rendendole più instabili, ma sembra che ci sia anche un altro punto.

Infatti, le coppie che erano già abituate a convivere per tante ore, e comunque quelle con una buona comunicazione, potrebbero essere in grado di superare la quarantena senza problemi. Andrebbero, invece, incontro a situazioni più complesse tutte quelle coppie nelle quali ci fossero, già prima del lockdown, situazioni irrisolte e problemi comunicativi.

Tanti potrebbero quindi cercare l’aiuto di consulenti di coppia o potrebbero comunque ricorrere anche ad una terapia individuale.

Separazioni e lockdown, si può rimediare?

Ci si potrebbe trovare anche di fronte alla situazione per la quale sia solo uno dei coniugi, o un membro della coppia, a volere la separazione o il divorzio. In questi casi, come si potrebbe rimediare?

Esistono dei sistemi grazie ai quali poter riconquistare la propria ex senza forzature e in modo gentile e garbato, possiamo infatti affidarci ad esperti del settore delle riconquiste sentimentali.

Probabilmente un esperto in grado di dirimere i problemi di coppia, e di consigliare coloro che si trovino in questa situazione di difficoltà potrebbe fare al caso vostro in un estremo tentativo di salvare la vostra coppia, mantenendo il buonsenso e riuscendo a comprendere che in una situazione forzata di permanenza sotto lo stesso tetto, molte coppie potrebbero risentire negativamente di questa situazione.