BabeleApp per i Comuni, strumenti per ritornare all’attività

Le app per i comuni che si stanno mettendo a punto in questo periodo hanno come obiettivo la semplificazione, dando una mano sia alle istituzioni sia ai cittadini.

L’emergenza Coronavirus ha portato a conseguenze notevoli sotto molti punti di vista: dalla possibilità di spostarsi, alla necessità di utilizzare dispositivi di protezione, fino all’obbligo di informazione.

Per questo motivo non solo i privati, ma anche le Istituzioni, si stanno preoccupando di accedere a risorse che diano la possibilità di riaprire in totale sicurezza, come le app per i Comuni.

Queste possono essere degli ottimi strumenti grazie ai quali arrivare ad informare i cittadini, ma anche aiutarli a svolgere quelle che sono le normali attività amministrative in modo tranquillo e, soprattutto, organizzato e prevedibile.

Sì, perché sarà necessario, almeno per alcuni mesi, continuare con la collaborazione, e cercare di regolamentare nel modo più semplice possibile gli accessi, ad esempio con le prenotazioni.

Ma non solo. Le app per i comuni possono essere utili anche sotto un profilo informativo.

App per i comuni, quali le funzionalità più importanti

Le app per i comuni che si stanno mettendo a punto in questo periodo hanno come obiettivo la semplificazione. Si sa, infatti, che in questi mesi tutto è diventato più complesso: le persone fanno lunghe file e questo modello non potrà essere indicato come sostenibile per lungo tempo.

Per questo bisogna attrezzarsi, e questi piccoli programmi possono dare una mano sia alle istituzioni sia ai cittadini, come accade per l’App per Comuni Carto@Web App Territorio, che consente non solo di individuare le allerte, ma anche di informare in modo specifico i cittadini sulle necessità di rispettare le regole che siano in vigore in ogni tipo  di territorio. 

Ecco che, quindi, le applicazioni possono avere delle specifiche funzionalità, tra le quali si ritroveranno sicuramente quelle indicate di seguito:

  • Aggiornamenti circa la normativa

I cittadini potranno trovare in un unico posto, e senza dover cercare continuamente su internet, tutti gli aggiornamenti relativi alle normative nazionali e locali che regolano i comportamenti. Ad esempio, in alcuni territori può essere consentito svolgere alcune attività, mentre in altri no, e sarà bene informare in modo sempre aggiornato i residenti.

  • Notizie vere

In questi mesi spesso il Governo si è trovato a dover smentire quelle che vengono chiamate Fake News. Grazie alle applicazioni sarà possibile inviare le giuste comunicazioni ai residenti, mettendoli al riparo dalle notizie false.

  • Cartografica e mappe

Grazie a queste applicazioni sarà possibile anche visualizzare una mappa delle allerte che potrà riguardare non solo il Coronavirus, ma anche tutte le altre segnalazioni di organismi come la Protezione Civile, come accade, ad esempio, durante le forti perturbazioni.

App per Comuni, uno strumento utile a tutti

Grazie a questi strumenti, quindi, non si avranno più problemi nel far ripartire il nostro territorio. I privati cittadini saranno sempre informati in merito alle iniziative nazionali e territoriali, e chi si occuperà di lavorare a contatto con il pubblico potrà avere sempre sotto mano tutte le indicazioni previste dalla legge.

Insomma, con un piccolo strumento sarà davvero possibile ricominciare a svolgere le proprie normali attività in un clima più sereno e di totale sicurezza. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta