Profilo autore

Stefano Casertano

Biografia –

Giornalista e autore, è corrispondente internazionale de Linkiesta da Berlino ed editorialista per Project Syndicate e The European. È spesso ospite di trasmissioni radiofoniche e televisive in Italia e in Germania, e collaboratore per la trasmissione Quadriga dell’emittente internazionale Deutsche Welle. Suoi articoli sono apparsi su Milano Finanza, Finanza & Mercati, Aspenia e altre testate. Ha un MBA della Columbia University di New York, e ha conseguito un Ph.D. in politica ed economia internazionale “Magna con Laude” presso l’Università di Potsdam. Ha pubblicato tre libri su temi di geopolitica energetica, tra cui una storia del petrolio nella Guerra Fredda (Sfida all'Ultimo Barile, 2009). Il suo primo libro, Lavorare è un lusso (2006), conteneva una serie di racconti sul precariato e in famiglia è quello che ha ricosso maggior successo. Abita a Berlino dal 2008, dopo avervi trascorso un anno da Erasmus nel 2000. 

TUTTI GLI ARTICOLI

Pagine

Il test di Bechdel, il filtro femminista al cinema mainstream

Sono tre semplici criteri, nati da un fumetto, per misurare il sessismo nei film. E molti non lo superano

Adam Smith aveva copiato tutto dall’Islam

La teoria dei prezzi, la fabbrica di spilli, la mano invisibile: tutta farina del sacco di pensatori persiani di molti secoli prima

Tatuatevi pure, da vecchi non vi pentirete

Un video mostra anziani con tatuaggi: la pelle invecchia, ma i ricordi e le storie legate no. E sono contenti di averli con sé

Come sarebbe Fast & Furious se fosse un film realista

I film d’azione mostrano scene al cardiopalma ma del tutto improbabili: un video le prende in giro, riconducendole alle leggi della fisica

PRESI DAL WEB

Cristiano Ronaldo ha donato 7 milioni di euro ai bambini del Nepal?

La notizia è stata riportata dal magazine francese So Foot, ma non ci sono ancora conferme da Save The Children

Migranti, la svolta dell'Ue: "Tutti gli Stati membri obbligati ad accoglierli”

Su la Repubblica la bozza della nuova Agenda della Commissione: via libera all'affondamento dei barconi e aiuti ai paesi di origine