Agosto, andiamo. È tempo di “dossierare”

Agosto, andiamo. È tempo di “dossierare”

Il 14 agosto è venuta a galla una polemica fra Tronchetti Provera e Malacalza, i due azionisti di riferimento della Camfin (la holding che controlla la Pirelli) circa le modalità di rifinanziamento della società. Tutti i giornali ne hanno scritto in abbondanza (per Linkiesta, leggi qui) facilitati dal fatto che il carteggio fra le parti è diventato di dominio pubblico. Per la verità, sul sito di Indymedia c’era molto di più: oltre alle lettere fra Marco Tronchetti Provera e Davide Malacalza, gli atti dell’arbitrato fra i Malacalza e l’oligarca ucraino Rinat Achmetov sulla cessione di Trametal, la due diligence fiscale del gruppo Gpi (controllante di Camfin), e poi diversi contratti di società della famiglia Malacalza e il verbale del Nucleo Polizia Tributaria di Genova redatto nei confronti di Metinvest Trametal. Insomma, un autentico dossier di 472 pagine. Eravamo preoccupati, sembrava la finanza italiana stesse abbandonando le sue vecchie abitudini. Per fortuna il lupo non perde il vizio.