BurocraziaIl governo ha cambiato il modulo di autocertificazione. Di nuovo

Lo ha annunciato il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a SkyTg24. Sono passati appena tre giorni dal penultimo modello

Alberto PIZZOLI / AFP

Tre giorni dopo l’ultimo modello, il governo ha cambiato di nuovo il modulo di autocertificazione. (Qui per scaricare).
Un atto dovuto secondo il capo della Polizia, Franco Gabrielli, «Bisogna colpire i furbi per spezzare il contagio». Per chi viola le norme le multe non saranno più penali ma amministrative.

Firmando il nuovo modulo i cittadini italiani si impegnano a dichiarare di non essere positivi al coronavirus, di non essere sottoposti a quarantena e di conoscere i provvedimenti presi dalle autorità nazionali e da quelle prese dai presidenti delle regioni in cui ci si sposterà, in entrata e in uscita. Il rientro dall’estero, l’assistenza a congiunti o persone con disabilità, l’obbligo di affidamento di minori e le denunce di reati sono considerati stati di necessità.