Liberi tuttiConte e Sánchez scrivono a Von der Leyen per aprire le frontiere europee al più presto

In una lettera i due premier chiedono che venga ristabilita la libertà di movimento nello spazio Schengen. E propongono che il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie intervenga per stabilire criteri che consentano una riapertura in condizioni di sicurezza.

OSCAR DEL POZO / AFP

Giuseppe Conte e Pedro Sánchez hanno inviato alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per chiedere che vengano al più presto eliminati i controlli alle frontiere tra i Paesi Ue. «Il sollevamento delle restrizioni alle frontiere nell’Ue deve avvenire in maniera coordinata, sulla base di criteri comuni e trasparenti» ha scritto su Twitter il primo ministro spagnolo, aggiungendo di aver inviato assieme al presidente del Consiglio italiano «una lettera alla Commissione Europea perché la transizione alla nuova normalità in Europa sia sicura».

Nella lettera a Von der Leyen, Sánchez e Conte propongono che l’Ecdc (Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie) intervenga per stabilire criteri che consentano una riapertura in condizioni di sicurezza.

La richiesta prevede che venga ristabilita in modo pieno la libertà di movimento nei confini comunitari e nello spazio Schengen. «È necessario stabilire criteri sanitari comuni in tutta la Ue per i trasporti, con protocolli concordati tra tutti», sostengono i due premier.

Nell’Unione Europea Italia e Spagna sono i Paesi più colpiti dal coronavirus (rispettivamente 234.013 contagi e 33.689 decessi per il nostro Paese, 287.740 e 27133 per il Paese di Sanchez), e quelli in cui il turismo è tra gli elementi cardine per il Pil (con un’incidenza del 12-13%).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta