Oaxaca tremaC’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 7.5 in Messico

Il sisma ha colpito le regioni centro-meridionale, distruggendo più di 500 edifici. Il bilancio provvisorio è di 6 vittime

Afp

Forte terremoto nel Messico. Una scossa di magnitudo 7.5 con epicentro nello stato di Oaxaca ha colpito ieri alle 10:30 (le 17:30 italiane) il Messico centro-meridionale.

La scossa è stata avvertita anche nella capitale, Città del Messico, e il bilancio provvisorio nelle ore è salito a 6 vittime e almeno 500 case distrutte, ma si teme possa peggiorare col passare delle ore. Il presidente Andres Manuel Lopez Obrador ha invitato i concittadini a restare calmi in caso di nuove scosse. Nelle ultime ore se ne segnalano centinaia, di diversa entità.

Il Servizio sismologico nazionale (Ssn) ha precisato che l’epicentro del terremoto, che ha coinvolto almeno sei Stati, è stato localizzato vicino a La Crucita. César Alberto Narváez, capo dell’Unità della Protezione civile di Oaxaca, ha indicato che il sisma è stato seguito da molte decine di repliche di magnitudo molto minore. Gli esperti statunitensi dell’Usgs hanno revocato l’allarme tsunami lanciato per la costa messicana, ma anche per Ecuador, Panama, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Perù e Hawaii. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta