Con mozione di sfiduciaIl primo ministro della Tunisia Elyes Fakhfakh si è dimesso

Era accusato dalle opposizioni di conflitto di interessi perché in possesso di azioni di società a cui sarebbero stati assegnati appalti pubblici

Afp

Il primo ministro tunisino Elyes Fakhfakh si è dimesso dopo che nei giorni scorsi è stata firmata, anche dalle forze politiche alleate, una mozione di sfiducia promossa dall’opposizione di governo. La mozione riguardava alcuni presunti conflitti di interesse del primo ministro. Fakhfakh era stato incaricato dal presidente Kais Saied nello scorso gennaio dopo che dalle elezioni politiche non era risultato un chiaro vincitore.

In una nota l’ufficio stampa di Fakhfakh ha chiarito che «la decisione è stata presa nell’interesse nazionale e al fine di evitare ulteriori conflitti tra le istituzioni nel paese e di sostenere il principio di moralizzazione della vita politica». Fakhfakh è accusato dalle opposizioni di conflitto di interessi perché in possesso di azioni di società a cui sarebbero stati assegnati appalti pubblici, ma il primo ministro ha sempre negato ogni accusa.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club