Gli apology videoChiedere scusa su Youtube è il nuovo format per gli influencer pentiti

La celebrità ha dei costi, come saper individuare gli errori e domandare perdono. Di fronte alle imprevedibilità del politicamente corretto, è bene che gli (ormai) professionisti della rete sappiano come muoversi

Jenna Marble

È ormai un nuovo genere. Ci sono le classifiche dei migliori, di quelli peggiori, di quelli più credibili e di quelli che non sembreranno mai sinceri. Gli “apology video”, cioè i “video di scuse” sono ormai una realtà consolidata, anzi: un vero e proprio format.

Non è un caso che James Charles, guru di bellezza e creatore di contenuti su Youtube, lo inserisca tra gli strumenti che ogni influencer, o aspirante tale, deve saper padroneggiare. Fa parte del lavoro.

Anche perché prima o poi capita, si fanno errori. E soprattutto, visto che la rete non dimentica, una volta che le mode passano e le temperie culturali cambiano, sarà necessario prendere le distanze da ciò che si era det…

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta