Cucinare senza Insolite ricette

Mangiare “diverso” non significa mangiare qualcosa di triste e poco appetitoso: si può smettere di soffrire per quello a cui è meglio rinunciare, e iniziare a godere di quello che ci fa bene. È questa la filosofia della cuoca insolita

Elsa Parini è una giovane signora elegante e determinata, che per supplire ad alcune intolleranze alimentari ha deciso di mettere insieme tutto quello che ritiene ci sia di buono in più correnti di pensiero e cerca di limitare l’uso di alimenti che potrebbero non farci bene. Ha condensato la sua nuova cucina “senza” allergeni ma con gran gusto.

E senza integralismi: «Prendendo spunto non da una, ma da tante discipline e stili alimentari di buon senso io, cuoca insolita come voi, vi propongo dei piatti equilibrati, provati sulla mia pelle, preferendo sempre ciò che può farvi meglio, ma senza senso di privazione. Le ricette del mio blog sono per anche per chi “dice di non saper cucinare”. Vi spiego tutto in modo chiaro e non vi obbligo a comprare attrezzature costose: tutto è possibile nella vostra cucina. Ma dovete sapere come ottimizzare il vostro lavoro, perché è questo che chiede la vita frenetica di oggi. Spesso troverete due strade per realizzare i piatti: quella più veloce (con qualche ingrediente “confezionato”) e quella più “fai da te” (per quando si ha un po’ più di tempo da dedicare ai fornelli)».

Ma il blog non è l’unico posto dove scoprire la sua cucina: dal 2021 infatti La Cuoca Insolita offre le sue lezioni di cucina al Castello della Rocca di Arignano: una location suggestiva, alle porte del Monferrato e a soli 20 Km da Piazza Vittorio a Torino. Una rocca medievale che ha ritrovato la sua rinascita dopo secoli in un sito di grande interesse architettonico: assediata da Federico Barbarossa quasi mille anni fa per la sua posizione strategica, oggi si rinnova per ospitare chi vuole imparare a cucinare in maniera alternativa, in una sala con camino degna di una corte reale.

Prima di sperimentare con un corso volete fare una prova casalinga? Ecco i muffin più leggeri e golosi: usando la ricetta della Cuoca Insolita con quella tradizionale, preparata con solo farina di grano tenero 00, burro e zucchero bianco, avrete un taglio netto della metà di calorie, carboidrati, zuccheri semplici e grassi, e il doppio delle fibre. Buona merenda!

Muffins con mirtilli e fragole fresche

Ingredienti per 8 muffins da circa 60g: 50 g di farina di riso integrale, 35 g di farina di mandorle, 35 g di farina 00, 1uovo, 125 g di fragole e mirtilli freschi, 20 g di dolcificante Truvia (Eridania), 30 g zucchero, 25 ml di olio extra vergine d’oliva, 1/2 bustina di lievito per torte, sale fino;

Pelate le mele e tagliatele a quarti. Lavate le fragole e i mirtilli e asciugateli su carta da cucina. Tagliate in due i mirtilli grandi e riducete le fragole a pezzetti piccoli come i pezzi di mirtilli. In una ciotola rotonda montate a neve l’albume dell’uovo con un pizzico di sale e tenete da parte. In un’altra ciotola, sbattete con il frullatore il rosso con il mix di dolcificanti, finché diventa giallo chiaro. Con il minipimer frullate completamente le mele fino ad ottenere una crema, che versate quindi nel composto di uova, insieme all’olio. Sbattete ancora e solo alla fine unite le farine insieme, passandole al setaccio (non è obbligatorio ma è meglio farlo). Ora potete amalgamare il bianco d’uovo montato a neve, con un cucchiaio di legno, facendo movimenti delicati dal basso verso l’alto. Unite solo alla fine i mirtilli e le fragole, cercando di mescolare il meno possibile. Se gli stampini non sono antiaderenti o di silicone, oliateli e infarinateli leggermente. Versate l’impasto negli stampini (circa 60 g a stampino) e cuocete in forno (statico, ventole ferme) già caldo a 170° C per 30- 35 minuti.