Ciak, si guardaIl grande ritorno del cinema d’essai

Dal più vecchio cinema in città ai più recenti cine-club, frequentatissimi anche solo per l’aperitivo, a Milano c’è l'imbarazzo della scelta: abbiamo messo insieme un vademecum per cinefili post-Covid

Cinema Beltrade (Ostello Bello)

Finalmente siamo tornati al cinema. Con le mascherine, ma a capienza piena. È un bene per l’industria in generale, ma soprattutto è un bene per quelle realtà piccole e ricercate, cine-club e cinema d’essai, che a un altro inverno di stop avrebbero fatto fatica a sopravvivere. Il panorama milanese da questo punto di vista è decisamente ricco e offre ai cinefili una valida alternativa alle proiezioni mainstream: dal più vecchio cinema in città ai più recenti cineclub, frequentatissimi anche solo per l’aperitivo, le opzioni non mancano. 

Cinema Centrale (via Torino, 30/32)
È il più antico di Milano e d’Italia: incastonato accanto alla chiesa di San Sebastiano è ospitato nella Casa de’ Grifi, un palazzo cinquecentesco realizzato dal Bramante che ospita uno dei cortili più belli della città, accessibile dalla Sala 1. Quando ha aperto i battenti, nel 1907, si chiamava Cinematografo Mondial ed era, con le due sale da 220 e 145 posti, il primo multisala in Italia. Protagonista negli anni di iniziative come il “biglietto sospeso” (versione del caffè sospeso napoletano: invece di lasciare pagato un caffè per chi non se lo può permettere nel 2016 al Centrale si poteva lasciare un biglietto pagato con lo stesso spirito), il cinema Centrale proietta quasi esclusivamente film d’autore spesso in versione originale, anche se questo significa proiettare in iraniano senza sottotitoli. 

Programma

Il Cinemino (via Seneca, 6)
Si è aggiunto al panorama dei cinema d’essai milanesi nel 2018 presentandosi alla città come cine-circolo di quartiere: la sala ha infatti solo 75 posti, ma il locale ospita anche un bar, che è in breve diventato uno dei punti di riferimento per le serate in Porta Romana. I proprietari, tutti appassionati di cinema e tutti impiegati nel settore, hanno aperto questa chicca grazie a un progetto di crowfunding proprio con la promessa di donare alla città un luogo intimo dove trovare titoli di qualità italiani e stranieri (proiettati in lingua originale), ospitare incontri con registi, attori, maratone e rassegne. Gli appassionati di David Lynch possono scegliere di bere qualcosa nella stanza in fondo, decorata come la Loggia Nera di “Twin Peaks”. 

Programma

Cinema Beltrade (​​Via Nino Oxilia, 10)
Punto di riferimento per i cinefili di Nolo è una realtà importante per la città: rifiuta categoricamente di proiettare film doppiati e la selezione è tra le più ricercate. Quando, lo scorso ottobre, l’emergenza sanitaria ha imposto alle sale di chiudere, il Beltrade ha promesso ai suoi affezionati che avrebbe riaperto il prima possibile: ecco che lo scorso 26 aprile, con il passaggio della Lombardia in zona gialla e quindi con la possibilità di riprendere gli spettacoli, la programmazione del cinema è ricominciata alle 6 del mattino, il primo orario utile per proiettare “Caro Diario” di Nanni Moretti.

Programma

Cinema Mexico (via Savona, 57)
Con la sua facciata art Déco il Cinema Mexico è uno dei pochi monosala rimasti in città ed è anche stato la casa milanese del “Rocky Horror Picture Show” per più di trent’anni: spettacolo immersivo a metà strada tra la proiezione, la performance teatrale e il raduno cosplay, è un appuntamento immancabile del Mexico dalla fine degli anni Settanta. Prima c’erano stati “Jesus Christ Superstar”, “Tommy” e “Hair”: tutto merito della visione del proprietario Antonio Sancassani a cui è stato anche dedicato un lungometraggio, “Mexico! Un cinema alla riscossa” diretto da Michele Rho.

Programma

Scendi, c’è il cinema! (Giambellino e Lorenteggio)
Non è un cinema vero e proprio, ma si tratta di una programmazione diffusa nei cortili delle case popolari tra Giambellino e Lorenteggio. Attivo purtroppo solo d’estate, Scendi, c’è il cinema! è un progetto che ha compiuto 10 anni proprio nel 2021 e che, come spina dorsale, non solo ha il buon cinema, ma soprattutto la volontà di creare una realtà inclusiva, un percorso di partecipazione e valorizzazione delle periferie milanesi. 

Più info

Fondazione Prada (Largo Isarco, 2)
La Fondazione Prada, oltre all’esposizione permanente e alle mostre a rotazione, è anche la casa di progetti cinematografici e rassegne. Dal 16 ottobre 2021 al 19 febbraio 2022 ospiterà in particolare “Proof. Incorporated”: un’indagine sulle analogie, ma anche sulle reciproche influenze, tra videogiornalismo e linguaggio filmico. Ogni proiezione accosterà un film o un episodio di una serie televisiva a contenuti di videogiornalismo, clip amatoriali o documentari d’autore.

Programma

Cinema Palestrina (via Giovanni Pierluigi da Palestrina, 7)
Quella che in origine era una sala parrocchiale attrezzata anche per le proiezioni, oggi è una delle realtà che tengono alto il nome del cinema d’essai a Milano: il Cinema Palestrina. Dal 2014 infatti il Progetto Lumière, di cui fa parte anche Antonio Sancassani del Cinema Mexico, ha rilanciato la sala, che oltre ai suoi storici cineforum ospita film d’autore e proiezioni di lirica. 

Programma