In alto i boccaliDieci birre per brindare alle feste

Più che birre di Natale, birre natalizie: sono quelle che abbiamo selezionato perché, nel profumo o nel gusto, ma anche nella confezione, sono ideali per celebrare le feste con un bicchiere alternativo

Foto Yutacar – Unsplash

C’è un violinista che strimpella “accordi che paion dolori di stomaco”; c’è una signora grassoccia e allegra; ci sono le belle donzelle che rubano i cuori dei giovanotti; ci sono la cameriera, il lattaio e il panettiere. E tutti danzano, a coppie o in gruppo, e tutti si divertono, perché è Natale, e ci sono i pasticcini, la carne arrosto, le focaccine e la birra: «e il violinista immerge la faccia rubiconda in un boccale di birra, preparato a posta. Ma, sdegnando il riposo, subito riattacca gli accordi». Come se fosse il boccale a dargli la carica.

È il Canto di Natale di Dickens, e l’atmosfera magica è resa ancora più calda proprio dalla spumosa bevanda, che gli Inglesi amano tanto e che, racconta lo steso Dickens, nelle notti d’inverno veniva servita calda, a corroborare gli animi. Ritrovare quella gioia e quel calore non è difficile, basta scegliere la birra giusta.

Possiamo stappare una “birra di Natale”, ricordando che queste non sono un vero e proprio stile, ma piuttosto una grande famiglia brassicola, che comprende prodotti diversi provenienti da paesi diversi: in Belgio si possono assaggiare le Kerstbier, alcoliche, aromatiche e speziate, mentre nel Regno Unito, patria di Dickens, si bevono le winter warmer morbide e scure.

Possiamo scegliere tra le Birre Speciali che, a norma di legge, devono avere un tenore alcolico superiore al 3,5%: dalle Eisbock e Doppelbock alle Strong Ale, Scotch Ale e Winter Beer.

Possiamo curiosare tra i prodotti arricchiti con spezie e aromi proprio per richiamare quel tocco natalizio che cerchiamo in questi giorni: noce moscata, cannella, zenzero, chiodi di garofano, scorze di agrumi, miele, quegli ingredienti che un tempo si aggiungevano nel calderone in cui la birra si scaldava sul camino e che oggi diventano parte della ricetta.

Oppure semplicemente possiamo scegliere la nostra birra preferita, magari in veste natalizia: tanti produttori realizzano birre in edizione limitata dedicata alle feste. E poi possiamo sorseggiare la nostra birra natalizie in qualsiasi momento della giornata, prima o dopo cena, ma anche a tavola.

Attenzione soltanto a non gustare la nostra birra ghiacciata, non la apprezzeremmo a pieno. Meglio versarsela al di sopra dei 6 °C, ricordando che con l’aumentare del grado alcolico e della corposità deve salire anche la temperatura di servizio.

Forst Birra di Natale
Una campana della pace, questo il tema dell’edizione 2022 della birra da collezione in versione da due litri di Forst. È stata la prima azienda a introdurre in Italia la tradizione della Birra di Natale, proponendola come ideale accompagnamento alle gustose pietanze tipiche di questo momento dell’anno. Un simbolo di pace sulla Terra, nel nome della Santissima Trinità, ripreso dal pennello di un artista come Franz. J. Platter: un fascio di luce proviene dal Cielo e abbraccia la Grotta della Natività. Con il suo colore marcatamente ambrato, il suo sapore gradevolmente luppolato e l’inimitabile aroma di malto, questa birra si può acquistare online o nei locali Forst, ma cercatela anche nei mercatini di Natale. Oltre alla versione da due litri, si trovano anche altri formati, come le bottigliette da 33 cl.

BrewDog Planet Pale Ale
Il leggero profumo di agrumi e di pino è il tratto distintivo di questa birra: ed è subito Natale! Se si aggiunge che questa bionda BrewDog, dal colore dorato, caratterizzata da alta fermentazione e malti leggeri, celebra la terra, lo spirito delle feste è pienamente soddisfatto, in linea con l’attenzione alla sostenibilità ambientale. Un tema sicuramente caro al rivoluzionario birrificio scozzese che la produce.

8.6 Gold
Una lattina tutta d’oro, come una decorazione dell’albero di Natale. Basta già questo a creare l’atmosfera giusta per un brindisi. 8.6 Gold, una doppio malto bionda versa l’oro anche nel bicchiere, insieme a una ricchezza di aromi straordinaria. Si tratta di una birra forte, ma dal retrogusto dolce, con un tocco di caramello. Il suo aroma rivela note dolci: miele, un pizzico di arachide tostata, seguite da note lievemente floreali e camomilla.

Kbirr
Un cofanetto perfetto da regalare: una confezione resa unica dalle opere d’arte che impreziosiscono la cassa e un contenuto speciale, birre davvero perfette per le feste. A partire dal nome.
Birra-Kbirr è artigianale e non pastorizzata, prodotta interamente in Campania e il suo nome – omaggio a Napoli – evoca la spensieratezza: “Ua, ch’ birr”.
Quale scegliere è questione di gusti: aprite la Lager Natavota se volete una bionda molto leggera, da bere con facilità; se invece preferite una birra dal colore ramato, prodotta con una percentuale di malto di whisky affumicato con legno di torba, la vostre bevanda è la Jattura.

Birrificio Ex Fabrica
Perfetta per scaldare una sera d’inverno, la Rozza di Birrificio Ex Fabrica (Gruppo Meregalli) è una rossa, ambrata, vellutata, dalla schiuma fine e cremosa. Lontana parente delle Scottish Ales, è una birra robusta, che ama i contrasti. Il suo gusto, inizialmente morbido e fruttato, si apre inaspettatamente a piacevoli note amare. Sta bene in compagnia di formaggi stagionati, primi piatti complessi e carni alla brace: l’ideale da sorseggiare davanti a un camino acceso.

L’Orso Verde Chocotale
Una favola di Natale al gusto di cioccolato: questo il gioco di parole racchiuso nel nome di Chocotale, questa la poesiaracchiusa nel suo sapore: la doppelbock a bassa fermentazione con purea di pere Williams biologiche e grue di cacao che il birrificio artigianale L’Orso Verde ha realizzato per le festività è abbellita da un’etichetta che un paesaggio colorato, onirico e ricco di golosità.
Una sorta di portale per immergersi in un mondo magico, come quello della fabbrica di cioccolato del signor Wonka nel racconto di Dahl. E il profumo è quello del Natale: note di caramello, pera, canditi, polvere di cacao e nocciola, che si ripresentano al palato accompagnate dai sentori dei tipici dolci natalizi.

Malto Lento
Un regalo a sostegno di una comunità che fa squadra per vincere lo spopolamento: la birra agricola Malto Lento, prodotta con l’orzo coltivato dall’azienda agricola Melise a Castel del Giudice in Molise, è protagonista di speciali Scrigni di Natale.
Nel primo ci sono le birre Malto Lento: Maggiolata un’American Blonde Ale (4,3%) dal sapore amaro medio basso e dal colore giallo chiaro dorato, e Iudicis, un’American Amber Ale (4,8%) dall’aroma di luppolo moderato, con sentori agrumati, floreali e speziati; il Nettare e la Composta extra di mela Melise e il miele millefiori dell’Apiario di Comunità. Nel secondo c’è anche lo zafferano Melise.

Leffe Blonde
Un vero classico. Leffe Blonde (6,6% di gradazione) è una birra filtrata ad alta fermentazione. Il suo gusto è dolce e caratterizzato da note speziate, mentre il suo aroma è arricchito con tocchi di vaniglia e chiodi di garofano. Ciò la rende la soluzione ideale per esaltare al meglio diversi tipi di alimenti: farinacei, carni magre, pesce bianco, latticini e dolci. A Natale provatela con i ravioli, oppure con il baccalà, tradizionale in tante regioni d’Italia.

Theresianer Winter Beer
Una ricetta che rimane immutata di anno in anno: Theresianercome sempre propone la sua birra dell’inverno in veste preziosa. Una gelida notte, il Borgo Teresiano, il quartiere più antico di Trieste, con il suo Canal Grande incorniciato da raffinate architetture neoclassiche, e a illuminare il buio il faro, simbolo di Theresianer.
Winter Beer Theresianer è una birra doppio malto non filtrata ad alta fermentazione leggermente speziata, dai profumi di frutta secca e delicate note di tostato. Da assaporare in abbinamento a formaggi stagionati o con il cioccolato fondente, è ottima anche degustata da sola come birra da meditazione.

Gritz
Anche chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine può concedersi il piacere di una birra: il birrificio Gritz è l’unico birrificio in Italia nonché uno dei pochissimi al mondo specializzato nella produzione totalmente senza glutine da processo gluten removed. La Birra di Natale Gritz, unica nel suo genere è la prima birra natalizia artigianale e gluten free: una Christmas Ale decisa e autentica, con un grado alcolico di 7.0°. La ricetta? malto d’orzo, malto di frumento, luppolo, zucchero caramellato, lievito, con sentori di anice stellato, cannella e noce moscata. Il profumo del Natale, certificato senza glutine.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club