Dna gastronomico A FoodExp 2024 parleremo di origini e contaminazioni nella cucina italiana

A Lecce il 3 e 4 aprile appuntamento con il Forum Internazionale dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità Alberghiera. Anche noi saremo presenti con la preview del Gastronomika Festival e un tavolo di lavoro incentrato sui giovani professionisti pugliesi

FoodExp 2023

La Puglia torna a essere il palcoscenico di un evento ormai consolidato e atteso per gli appassionati e i professionisti del mondo della ristorazione. Stiamo parlando naturalmente di FoodExp, la manifestazione ideata e organizzata da Sinext di Giovanni Pizzolante. Un evento che giunge alla settima edizione e che ogni anno porta in questa regione addetti ai lavori, giornalisti, imprenditori, manager e formatori, oltre ai numerosi ospiti (circa un centinaio) coinvolti nella programmazione.

Quest’anno il tema sarà “DNA Origini e contaminazioni della cucina italiana”, espressione della volontà di raccontare l’identità contemporanea e i possibili scenari futuri della cultura gastronomica e culinaria del nostro Paese, dialogando e agevolando l’interazione su temi strategici quali la promozione turistica, lo sviluppo economico e la formazione, coinvolgendo anche gli operatori locali e valorizzando le produzioni pugliesi e le realtà rappresentanti del comparto turistico ed enogastronomico.

«Nei due giorni di evento, cercheremo di comprendere come e chi alimenta il costante e interessante divenire della cucina italiana» afferma Giovanni Pizzolante. «Abbiamo una nuova generazione di cuochi che sta portando avanti il suo pensiero innovativo pur nel solco della tradizione; ci sono chef dallo spirito libero che non temono di sovvertire le regole; infine ci sono gli stranieri che hanno trovato in Italia la loro seconda casa e che propongono piatti senza confini, dove ingredienti, lavorazioni, idee si mescolano e contaminano con risultati spesso sorprendenti. A FoodExp parleremo di questo e della tendenza, sempre più diffusa, a recuperare, a tavola, il desiderio e il piacere della condivisione e di interazione. Nello sviluppare il programma di questa edizione abbiamo registrato una rinnovata voglia di immediatezza e convivialità, senza i filtri dei social, che sembrano connettere ma in realtà portano a un inevitabile isolamento».

Giovanni Pizzolante, foto di Martina Leo

Dunque alle migliaia di visitatori attesi è offerto un vasto programma, ulteriormente arricchito da un importante elemento di novità, ovvero l’accesso ai talk e agli eventi presso il teatro saranno a ingresso libero e aperti a chiunque voglia approfondire tematiche di interesse, siano essi studenti, professionisti o comunicatori.

L’apertura della manifestazione è affidata alla special dinner dedicata agli ospiti dell’evento, a cura degli chef Roy Caceres di Orma (Roma), Maksut Askar di Neolokal (Istanbul), Antonio Zaccardi di Pashà (Conversano, Bari), Riccardo Forapani di Cavallino (Maranello, Modena) e Ivan Tronci di Classé (Lecce).

Sul palco dei Talk, dedicato agli speech, ai confronti istituzionali e agli approfondimenti delle tematiche centrali dell’evento, si avvicenderanno manager, imprenditori e innovatori del settore alberghiero, rappresentanti di istituzioni regionali e locali, giornalisti e protagonisti del mondo della ristorazione come, Alessandro Pipero di Pipero (Roma), Antonello Magistà di Pashà, Gabriele Bianchi di Relais Villa San Martino (Martina Franca, Taranto), Floriano Pellegrino e Isabella Potì di Bros’ (Lecce). Il talk di S.Pellegrino porterà invece a Lecce l’esperienza di S.Pellegrino Young Chef Academy, iniziativa internazionale per la promozione dei giovani talenti.

Il Teatro Cook ospiterà le performance live degli chef Pietro Penna di Casamatta Vinilia (Manduria, taranto), Maksut Askar di Neolokal, Riccardo Forapani di Cavallino, Guido Paternollo di Pellico 3 (Milano), Roy Caceres di Orma, Davide Di Fabio di Dalla Gioconda (Gabicce Monte, Pesaro e Urbino), Edoardo Traverso di Identità Golose (Milano), Riccardo Canella, Chiara Pavan e Francesco Brutto di Venissa (Mazzorbo, Venezia), Paolo Griffa di Paolo Griffa Al Caffè Nazionale (Aosta). Massimo Piccolo di Flora Restaurant (Roma), per la prima volta a FoodExp, condurrà un teatro dedicato alla pasta con i prodotti Monograno Felicetti.

FoodExp2023, Teatro Cook

Al Teatro Pizza saranno protagonisti Ciccio Vitiello di Cambia-Menti (Caserta), Denis Lovatel di Denis (Milano) e Gianni Di Lella di Pizzeria La Bufala (Maranello) insieme a insieme a Richard Abou Zaki di Retroscena (Porto San Giorgio, Fermo). Per presentare le novità del mondo mixology ci saranno Alfonso Califano e Natale Palmieri, fondatori di Bar Cinquanta Spirito Italiano (Pagani, Salerno) e Giulia Caffiero, assistant restaurant manager nel ristorante tre stelle Michelin Geranium di Copenaghen.

Il giardino del Chiostro sarà dedicato al Teatro Grill & Bbq con quattro appuntamenti suddivisi nelle due giornate sotto il segno della Puglia: mercoledì mattina sarà la volta di Alfredo De Luca di Taverna Del Porto (Tricase, Lecce) e, a seguire, la squadra del ristorante Lilith (Vanze, Lecce), coordinata dallo chef Matteo Romano. Giovedì si daranno il cambio Cosimo Russo, dell’omonimo ristorante a Leverano (Lecce) e Valentina Rizzo di Farmacia dei Sani (Ruffano, Lecce).

FoodExp 2023, Teatro Grill & Bbq

Nell’area Project Work, per il secondo anno, si terrà la preview del Festival di Gastronomika, think tank per i protagonisti dell’enogastronomia italiana under 40 in programma a Milano il 19 e 20 maggio. A Lecce sarà organizzato un tavolo di lavoro incentrato sui giovani protagonisti pugliesi che si confronteranno sul tema del prossimo festival: “A tutti i costi”.

Lo spazio della sala sarà poi a disposizione dei giornalisti del magazine Grande Cucina, per interviste e per approfondire i contributi degli ospiti presenti alla manifestazione, e ospiterà anche le attività dedicate alla formazione, tra cui la presentazione agli istituti alberghieri di Puglia di due importanti realtà come Congusto Institute e Alma Scuola Internazionale di cucina italiana.

Presente anche la Regione Puglia, con l’Assessorato Istruzione, Lavoro e Formazione: con una tavola rotonda dedicata, l’istituzione regionale cercherà, insieme ai professionisti del settore, di mappare i fabbisogni delle competenze nell’enogastronomia e nell’ospitalità contemporanea, per un’evoluzione consapevole e sostenibile del settore turistico.

Come da tradizione, sotto il porticato del Chiostro la sezione Only The Best prevede un’ampia area espositiva dedicata ai banchi d’assaggio delle aziende del settore vitivinicolo e alimentare; alcune di queste presenteranno i propri prodotti ai visitatori anche attraverso degustazioni guidate, mentre nella cripta l’Associazione Italiana Sommelier Lecce curerà i wine tasting di alcune delle cantine presenti.

FoodExp

Da non perdere anche le occasioni per assaggiare le creazioni degli chef ospiti. I due pranzi “Memorabili” in programma vedranno impegnati Alberto Gipponi di Dina (Gussago, Brescia) e Domingo Schingaro di Due Camini (Savelletri, Brindisi), mentre lo spazio FoodExp Gourmet ospiterà una selezione di dieci chef e ristoranti pugliesi: ES cantina e ristorante (Manduria), Il pettolino (Gallipoli, Lecce), Zéphyr La Fiermontina (Lecce), Aqua Le Dune Suite Hotel (Porto Cesareo, Lecce), Santa Voglia (Lecce), Il Vico del Gusto (Lecce), Duca D’Ugento (Ugento, Lecce), Lazzaro e Caterina Palazzo Presta (Gallipoli), Classe 80 (Otranto, Lecce), Bistro Chef Gianluca (Taviano, Lecce).

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club