Orgoglio Porta VeneziaIl quartiere rainbow di Milano festeggia il Pride Month con mostre, talk e proiezioni

Orgoglio Porta Venezia, di cui Linkiesta Etc è partner, ha presentato un calendario di iniziative culturali per parlare di diritti, tabù e libertà, in un dialogo costante con i residenti della zona che da sempre promuove il valore dell’inclusione

NON VOLTARTI, mostra fotografica (courtesy of Orgoglio Porta Venezia e Levi’s, foto di Alessandro Simonetti)

Eventi, mostre e talk per riflettere sui temi della libertà, dell’uguaglianza e della difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+. Il calendario della seconda edizione di Orgoglio Porta Venezia, nel pieno dei Pride Month, è ricco di appuntamenti in programma dal 5 al 30 giugno. L’iniziativa è sostenuta anche da Linkiesta Etc, il progetto paper, live e digital de Linkiesta dedicato al lifestyle.

Il talk di Linkiesta Etc e l’evento Frab’s 
Il nostro magazine, partner di Orgoglio Porta Venezia, organizzerà il talk dal titolo “Tabù e linguaggio tra editoria print e digital”, il 20 giugno dalle ore 18:30 negli spazi di Raffles (via Felice Casati 6). L’incontro, oltre a presentare il numero estivo della rivista (dedicato, appunto, al tema del tabù), si focalizzerà su argomenti spesso considerati scomodi o stigmatizzati, ma che influenzano profondamente la nostra cultura e il nostro modo di vivere. Lo faremo assieme a Valentina Ardia, head of content de Linkiesta e editor in chief di Linkiesta Etc, e Giuliana Matarrese, fashion editor at large de Linkiesta. 

Linkiesta Etc festeggerà proprio in quei giorni i suoi primi due anni nel mondo dell’editoria indipendente. Come ha affermato Valentina Ardia, riprendendo le parole della scrittrice Virginia Wolf, «raggiungi la libertà e ti liberi dai tabù quando ottieni la tua stanza tutta per te, e Orgoglio Porta Venezia è la stanza tutta per noi di cui condividerne e diffonderne i valori, quindi saremo felicissimi di farlo insieme a questa comunità».

Ma non ci sarà solo Linkiesta Etc a rappresentare l’universo dell’editoria indie. Frab’s Magazine, ad esempio, presenterà nel suo store di via Sirtori 11 Pessima, magazine annuale di rappresentanza della comunità trans. L’evento, dal titolo “Sperimentazione e auto-rappresentazione trans nell’editoria indipendente”, è in programma il 28 giugno alle 18:30.

Courtesy of MEET

Gli altri eventi di Orgoglio Porta Venezia
L’obiettivo di Orgoglio Porta Venezia è anche quello di tutelare e valorizzare il quartiere, in un dialogo aperto con l’amministrazione cittadina e i residenti, rendendolo un esempio di convivenza e integrazione. «Porta Venezia sta vivendo un periodo difficile, ma è sempre pronto a essere portavoce di coesione e libertà. E questa iniziativa ne è la conferma», racconta Andrea Caccia Dominioni, responsabile Area Rete Associativa di Confcommercio Milano. 

Come anticipato, il calendario parte il 5 giugno con la mostra Out of Order di John Sanborn al MEET Digital Culture Center – il Centro Internazionale per l’Arte e la Cultura Digitale. L’esposizione immersiva – curata dalla fondatrice e presidente del MEET, Maria Grazia Mattei, e allestita da Migliore+Servetto – presenta per la prima volta in Italia una collezione di opere del noto artista americano, pioniere della media art e protagonista della scena della videoarte statunitense degli anni Settanta e Ottanta. Il percorso espositivo documenta e recupera quattro decenni di esplorazione di suoni, musica e media interattivi che affrontano questioni di identità, verità culturale, memoria e mitologie dell’umanità. In particolare, nella cosiddetta sala immersiva, l’artista propone V+M, un’opera che fa riflettere sulle problematiche sociali legate alla queerness, alla fluidità di genere e agli equivoci che portano rabbia, repressione ed esclusione. 

Il Pride Month è anche un’occasione di comprensione e ascolto. Infatti, Orgoglio Porta Venezia – in collaborazione con Collater.al, media company specializzata in cultura creativa contemporanea – ha lanciato Poster Art, una call to action rivolta a creativi, illustratori e grafici, invitati a realizzare un’opera d’arte che rispecchi (e rispetti) la diversità e l’orgoglio LGBTQIA+. Il team di Collater.al selezionerà i cinque migliori lavori, che saranno poi stampati in formato poster e affissi durante un’esposizione diffusa nel quartiere di Porta Venezia a partire dal 17 giugno, trasformando le strade della zona in una galleria d’arte a cielo aperto. 

NON VOLTARTI, mostra fotografica (courtesy of Orgoglio Porta Venezia e Levi’s, foto di Alessandro Simonetti)

A contribuire all’esposizione en plein air c’è anche Levi’s, da sempre vicino alle comunità LGBTQIA+,  che in veste di partner di Orgoglio Porta Venezia realizzerà un progetto fotografico intitolato NON VOLTARTI – Storie di quartiere, che sarà esposto sulla cancellata principale del giardini pubblici Indro Montanelli (dal 13 giugno al 5 luglio). La raccolta fotografica immortala le persone, gli spazi e i momenti che meglio rappresentano la comunità queer di Porta Venezia. Gli scatti sono a cura  di Alessandro Simonetti.

Inoltre, quest’anno Orgoglio Porta Venezia ha voluto dare un ampio spazio alle minoranze etniche africane. Lo farà in particolare attraverso due progetti: Vite fuorilegge e The untitled queer art project 2024 – In the shadow of existence. Il primo sarà visibile dal 7 giugno presso l’area del Lazzaretto, luogo nato come rifugio per gli ultimi. Si tratta, nello specifico, di una esposizione diffusa che invita a riflettere sulle condizioni di chi lotta per le proprie libertà. Il secondo, esposto dal 20 al 29 giugno negli spazi di Raffles Milano, è dedicato agli artisti LGBTQIA+ africani, provenienti da Paesi in cui la loro esistenza è minacciata da leggi oppressive e squilibri politici. L’iniziativa è stata curata dal collettivo di artisti ugandesi East Africa Visual Artists, che esporranno venti opere su tela accompagnate da un documentario intitolato Don’t kill me, incentrato sulle vite di una donna e un uomo omosessuali.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter