Gli appalti della metropolitanaDodici persone arrestate per presunte tangenti a Milano: c’è anche un dirigente Atm

La Guardia di finanza ha fermato Paolo Bellini, responsabile degli impianti di segnalamento e automazione delle linee metropolitane, accusato di aver incassato mazzette per 125mila euro

Sono dodici le persone arrestate dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di finanza di Milano nell’ambito di un’inchiesta su presunte tangenti e appalti truccati.

Tra gli arrestati c’è Paolo Bellini, dirigente dell’Atm, responsabile degli impianti di segnalamento e automazione delle linee metropolitane e accusato di aver incassato tangenti per 125mila euro.

Sono almeno 8 le gare di appalto finite nel mirino di Procura e Finanza, tra cui quella sui sistemi di segnalazione automatica della M2 (la linea verde). Tra i 12 arresti figurano i vertici delle aziende che hanno fornito le loro prestazioni e alcuni dirigenti dell’Atm, l’azienda dei trasporti milanese.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta