Cacio e monti Formaggi Dop e vini estremi si incontrano ad Asiago

Nei primi due weekend di settembre torna con un ricco programma “Made in malga”, la rassegna nazionale dei formaggi di montagna

Da CS Made in Malga

L’undicesima edizione di “Made in malga” si terrà ad Asiago dall’1 al 3 e poi dall’8 al 10 settembre.

Sono attesi più di cento espositori provenienti dalle montagne italiane e si prevede la partecipazione di oltre 100.000 appassionati che coglieranno questa occasione per assaggiare ed acquistare alcuni dei migliori formaggi frutto di antiche tradizioni casearie.

Made in Malga

Cuore della manifestazione sarà infatti la mostra mercato, aperta dei giorni della manifestazione dalle 9:30 alle 19 (i venerdì dalle 10:30). Qui sarà un trionfo di banchi dedicati a questi tesori di montagna.

Si parte naturalmente dall’Asiago Dop, presentato in diverse stagionature (fresco, fresco riserva e con caglio vegetale, Dop Stagionato 12, 24, 36 mesi e oltre).

Dal Piemonte arrivano il Rascherano Dop, il Castelmagno Dop di montagna e diverse versioni della Tom; dalla Valle d’Aosta la Fontina Dop d’alpeggio e d’altura (oltre i 2.300 metri), il Blu e la Toma di capra, mentre dalla Lombardia i formaggi Principi delle Orobie: Formai de Mut, Branzi Ftb, Strachitunt, Stracchino all’antica e Bitto.

Made in Malga

Formaggi a latte crudo di capra arriveranno della Valsassina, della Val di Susa e da tante altre regioni. Dal Trentino il Puzzone di Moena Dop ed il Vezzena. Presente anche il Parmigiano Reggiano di montagna con stagionature di 24, 36, 48, 60 e 96 mesi.

Ma non solo: dal Centro e Sud Italia giungeranno in trasferta lo Stracchino stagionato, il Caciocavallo del Matese, Piacentinu Ennese Dop, Nero dì Sicilia, Canestrato al pepe nero e tanti altri pecorini in diverse tipologie e stagionature, come il Pecorino di Amatrice, della Toscana, dell’Abruzzo, della Calabria e infine il Fiore Sardo Dop della Sardegna.

Oltre ai formaggi in esposizione sarà possibile trovare anche i prodotti della salumeria di montagna, come lo speck artigianale dell’Alto Adige assieme a salamini tirolesi, würstel artigianali in varie versioni, bresaola, salumi di cinghiale, di cervo e capriolo. Non mancheranno la norcineria abruzzese, i salumi tipici della Sardegna, il Nero dei Nebrodi ed il Nero di Calabria. A completare il panorama ci saranno infine mieli, panificati di montagna, confetture, liquori, aceti balsamici, tè e tisane, erbe officinali e cosmetici derivati dall’attività agricola.

In contemporanea a Made in Malga nei giardini di piazza Carli, sempre ad Asiago, si svolgerà il Mountain Beer Festival dedicato alle birre artigianali di montagna con la partecipazione di dieci birrifici provenienti dall’arco alpino italiano.

Oltre alla possibilità di degustare e acquistare tutti i prodotti presenti alla mostra mercato, il programma è arricchito da eventi a tema come masterclass e degustazioni guidate di formaggi di montagna tra i più ricercati (Bagòss, Bettelmat, Storico Ribelle, Bitto, Castelmagno, Comté, Beaufort d’Alpage) e vini estremi provenienti da tutto il mondo. Formaggi a latte crudo e bollicine di montagna, l’Asiago Dop incontra i Riesling della Mosella, formaggi francesi di montagna e i vini dello Jura, Parmigiano Reggiano di montagna e i vini libanesi di Château Musar, Asiago Dop e vini estremi dal mondo: sono solo alcuni dei temi proposti nelle diverse giornate (qui il programma completo). Non mancheranno escursioni in malga, laboratori di artigiano per bambini e proiezioni di film legati al mondo della montagna.

Made in Malga

Infine, per chi nonostante le degustazioni avesse ancora appetito, la grande Osteria di montagna in piazza Carli sarà la sosta ideale per un ristoro con appetitosi piatti tradizionali: gnocchi con le patate di Rotzo, pizzoccheri, casoncelli, bratwurst, tortèl di patate, arrosticini, tagliate di pecora, il tutto sempre con accompagnamento di birre artigianali. L’Asiago Bistrot proporrà invece taglieri per gustare il formaggio Asiago Dop nelle diverse stagionature al naturale, in versione fuso (con la raclette) e nelle focacce farcite.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter