BabeleLavorare nel digitale, un trend che continua ad aumentare

Il lavoro nel digitale è stato spesso considerato di secondo livello rispetto a quello che viene effettuato nei normali uffici, ma gli ultimi sviluppi che si stanno verificando in questo settore so...

Il lavoro nel digitale è stato spesso considerato di secondo livello rispetto a quello che viene effettuato nei normali uffici, ma gli ultimi sviluppi che si stanno verificando in questo settore sono orientati sicuramente nella direzione opposta.

Ecco che, quindi, negli ultimi anni moltissimi lavoratori, da coloro che si occupano del marketing fino a chi si occupi di scommesse e di gioco online, hanno tratto molto vantaggio dal lavoro digitale. I dati sono incoraggianti, e conoscerli potrà finalmente sfatare il mito del digitale come “settore cadetto”.

Lavorare nel digitale, i settori in crescita

Il fatto di lavorare nel digitale non dovrebbe più essere visto come una forma di “mestiere di serie B”, in quanto, e i fatti recenti lo stanno dimostrando, il lavoro online sarà la frontiera del futuro. E se l’Italia non è ancora abituata a questo modello di business, è bene che vi si adegui velocemente.

Anche se il nostro Paese è ancora indietro rispetto ad altre aree del mondo, ci sono ottime prospettive a riguardo. Nell’ultimo anno, grazie ad un’analisi che è stata condotta da Digital Coach, si è visto un rilevante aumento di proposte di lavoro che hanno visto la ricerca di lavoratori digitali.

Solo lo scorso anno sono state pubblicate 564 offerte di lavoro dedicate al digitale, ed in particolar modo al marketing web e ai social media. Tra queste, si nota come 200 aziende fossero assolutamente “tradizionali” e stessero per fare il proprio debutto nel mondo del digitale, mentre 150 erano web agency.

Erano 60 le agenzie di comunicazione e 40 le società di recruitment. E questo solamente per quanto riguarda il settore della pubblicità, del marketing e della promozione online! Le figure che sono state maggiormente ricercate nel mondo del lavoro digitale sono state quelle dei digital marketing specialist, e anche dei manager dedicati all’area marketing: solo lo scorso anno sono state pubblicate 463 offerte di questo tipo.

Seguono i social media manager, con 430 offerte di lavoro, e i SEO specialist, con 206 offerte di lavoro. Si nota, quindi, come la rete possa non solo offrire opportunità di lavoro ma anche di incontro tra domanda ed offerta. Un settore, inoltre, che è spesso stato ignorato nella sua correlazione con il lavoro digitale è quello delle scommesse online e della gestione dei casinò virtuali.

Lavorare nel digitale, le nuove opportunità

Un settore che, sempre più, si è spostato verso il digitale è quello delle scommesse.

Se, infatti, i casinò “dal vivo” resistono solo in alcune aree, la possibilità di effettuare, e di gestire, le scommesse online è diventata davvero una risorsa, sia per chi giochi, sia per chi stia cercando un lavoro.

Anche in questo caso i dati sono molto positivi, con conferme arrivate anche per l’inizio del 2020. In particolare, secondo le statistiche di AAMS, per il 2019, e per i primi due mesi del 2020, la spesa che è stata effettuata per i giochi online e le slot machine è stata molto elevata. Si pensi al fatto per il quale solo nel gennaio del 2020 la spesa effettuata all’interno dei casinò online ammonta a ben 81,8 milioni di euro.

Questo dato è molto positivo, in quanto testimonia un incremento della spesa da parte degli utenti pari al 13,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Questo cosa significa? Che lavorare nel digitale non obbliga ad interpretare uno stereotipo.

Non esistono professioni che non si possano svolgere online, tranne forse quelle artigianali e necessariamente a contatto con il pubblico. Il futuro, invece, è assolutamente digitale, e prima l’Italia se ne accorgerà, più in fretta avrà la possibilità di approfittare dei relativi vantaggi.

Le aziende sono costantemente alla ricerca di figure professionali che possano dargli il miglior spunto a livello economico e in termini di rendita assoluta, pioniere di questa mentalità è la società Koral International Group Limited, proprietaria del casino online betnero.it che anche nel 2020 ha aperto diverse posizioni nonostante i molti paletti inseriti dall’ultima legge sulle pubblicità a firma del ministro Luigi Di Maio. Si va dal SEO specialist al site manager, passando per gli esperti in scrittura di testi. Tutte figure ormai indispensabili per chi opera nel digitale.

Una situazione che tutto sommato lascia delle grosse speranze per il livello occupazionale italiano che può accingere a diverse nuove professioni, soprattutto nel mondo digitale, mercato di nuove leve e di nuove imprese.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta