Dario Russo
Babele
19 Settembre Set 2019 2135 19 settembre 2019

Internet e gli Animali, ecco come evolve il Web

Pc Gatto Cane

Secondo alcune stime in Italia nelle famiglie sono presenti 60 milioni di animali, a farla da padrona sono i pesci che secondo la classifica sarebbero addirittura 30 Milioni, seguono 7,5 milioni di cani e 7 milioni di gatti, a cascata poi piccoli mammiferi e roditori. Una presenza che ormai ha costretto anche i legislatori a prendere in considerazione l'inserimento

Questo dilagare ha prontamente rivoluzionato la società, portando sulla scia di nuove esigenze alla apertura di diverse nuove realtà dedicate alle esigenze degli animali. Si sono moltiplicati in poco tempo negozi per animali, dottori, addestratori e tutto quello che serve per rendere più agiata la vita dei nostri animali domestici. Basti pensare che da qualche anno hanno preso grosso piede i rilevatori gps da inserire nel collare del nostro cane o gatto per evitare che si possa perdere sulla spiaggia o smarrire in un momento di confusione.

Cosi anche il web non ha potuto farsi desiderare su queste richieste e prontamente sono nati sia portali per la vendita di oggettistica e di tutto l'occorrente per migliorare la vita dei nostri animali, ma non di solo cibo vivono gli animali, ecco cosi che si sta intensificando la presenza di portali dove potete trovare dei consigli utili per la gestione del vostro rapporto quotidiano con il vostro gatto o il vostro cane, uno di quelli più complete secondo me è sicuramente idee green che ha raccolto nel tempo una enorme quantità di articoli dove vengono dati consigli su molte specie animali. Proprio su Idee green possiamo notare come alcune tematiche sociali vanno a braccetto e molte volte i primi amanti e salvatori degli animali sono le stesse persone che si battono giornalmente per la salvaguardia del pianeta, tematiche quindi che vanno a braccetto l'una con l'altra in molti casi e che vedono gli stessi attori a combattere diverse battaglie su più fronti.

Grazie al Web vengono salvati numerosi animali abbandonati

Anche il lavoro dei volontari che si adoperano nel salvataggio degli animali abbandonati o persi ha trovato un grosso appoggio nei social e nel web in generale. Moltissime associazioni hanno una propria pagina Facebook dove grazie al potere della condivisione dei social riescono a trovare animali persi o riescono semplicemente e trovare una nuova abitazione agli animali che vengono costantemente abbandonati ogni anno in Italia.

Un metodo sicuramente innovativo quello di usare i social per raggiungere nel minor tempo possibile la maggior copertura per riuscire a far arrivare in diverse zone d'Italia gli animali che cercano casa, grazie a questa procedura le volontarie delle varie associazioni riescono a far viaggiare in " Staffetta " animali da nord a sud senza dover pagare spese di trasporto o dover partire con la propria macchina senza certezze ed un adeguato rimborso. Però i social allo stesso tempo garantiscono una sorta di " Sorveglianza " e di partecipazione a problemi che possono avere molte famiglie proprietarie di animali.

Ci sono anche numerosi casi di animali che grazie al web e grazie al crowdfunding sono riusciti ad affrontare importanti operazioni dal costo molto esoso, costo coperto grazie a raccolte fondi che sono riuscite a raggiungere tutto il territorio grazie alla continua condivisione e partecipazione di volontari e amanti degli animali.

Gli animali sul web sono diventati un Business?

Come in tutte le situazioni anche per quanto riguarda il mondo animale sul web molti si stanno chiedendo se l'affetto per gli animali è solo un fattore di business o se dietro c'è realmente un interesse scollegato dal guadagno economico.

La nascita di continui comitati e associazioni su Facebook che fanno raccolte fondi sicuramente sono un campanello d'allarme, il grosso potenziale dei social potrebbe essere utilizzato per scopi non puliti se alla base manca un controllo sui soldi raccolti da queste realtà che nascono e muoiono in pochi giorni, questi dubbi vengono anche accentuati da alcune problematiche che nascono per l’adozione online, dove alcune razze di gatti e di cani vengono preferite ad altre per via del loro prezzo in caso di acquisto, anche se i social sono democratici molte volte vengono usati da persone senza scrupolo che usano il grosso potenziale del web per un loro ritorno economico.

Ovviamente oltre ai classici grandi store, anche le piccole realtà stanno investendo quotidianamente nel posizionarsi sul web, piccoli negozi che iniziano campagne marketing importanti per riuscire ad affermarsi grazie alla loro qualità ed esperienza rispetto ai grossi colossi che puntano tutta la loro strategia sulla convenienza del prezzo.

 Iscriviti alla newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato? Iscriviti alla newsletter de Linkiesta.it .

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 Seguici su Facebook