Blog di

di Bruno Perini

Il Giornale e Libero fanno killeraggio su Mario Monti e preparano il fango. Chi gioca al massacro?

Blog post del 16/11/2011
Parole chiave: 

Il Giornale spara a zero sul candidato premier e Libero accusa Monti di interessi privati per soldi pubblici. Come inizio mica male.

"Non può durare molto". Questo il titolo del Giornale della famiglia Berlusconi in edicola oggi. Sottotilo: "Il programma non esiste, in vista c'è già il fallimento". Scrive con una fucilata Vittorio Feltri: "Il governo di salvezza nazionale sta per partire. Partirà domani. Dove arriverà? Questo non si sa. Anzi, si sa benissimo, si perderà per strada. D'altronde la sua missione era nota: mandare via Silvio Berlusconi, come ha confessato Italo Bocchino in una delle sue performance televisive. Dell'Italia, del debito pubblico delle sue difficoltà non frega niente a nessuno". Anche il quotidiano Libero spara a zeroin via preventiva su Mario Monti: "Cominciamo male". "Mentre i nostri titolo di Stato vengono massacrati Monti perde un'altra giornata in inutili consultazioni. Forse nkn ha capito: è stato scelto per fare il tecnico non il democristiano". Nei confronti del candidato premier, inoltre, è già partita la prima valanga di fango con un servizio di Fosca Bincher a pagina 11 di Libero: "L'interesse privato del professore per i soldi pubblici della Bocconi". Lobbista. "Grazie al lavoro dell'ex commissario Ue pochi mesi fa l'istituto milanese ha ottenuto finanziamenti per 15 milioni di euro nelle casse dell'erario".Come si può facilmente intuire dai toni dei due principali quotidiani di centro destra il killeraggio è già partito e ha cone obiettivo quello di screditare al massimo la figura di mario Monti. Il quesito più interessante è se queste bordate misto fango sono soltanto il frutto di una scelta editoriale degli editori per vendere più copie o se invece si sta già celebrando il gioco delle parti tra Silvio Berlusconi che si dichiara moderato e chiede a i suoi di smetterla di attaccare Monti e i giornali di riferimento che fanno il lavoro sporco per conttro del  grande capo. La seconda ipotesi non è da escludere: i colonnelli di Berlusconi, quelli più irriducibili come Fabrizio Cicchito e l'orrido Maurizio Gasparri fanno fatica a digerire il nascente governo e allo stesso Monti attraverso la stampa legata a Berlusconi mandano segnali pesantissimi: attento professore! I killer saranno al lavoro 24 ore su 24. 

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precari della scuola, l’Italia condannata dalla Corte di giustizia Ue

La sentenza della Corte europea viene dopo i ricorsi del sindacato che richiamavano le norme europee contro l’abuso dei contratti a termine nel pubblico impiego

Ferguson, nuovi scontri nella notte. Obama: "Stop alle violenze"

Lo scorso agosto il poliziotto Darren Wilson ha ucciso il 18enne afroamericano Michael Brown

Iva, Tasi e bollo auto. Ecco tutte le altre tasse più evase dagli italiani

Oltre 130 miliardi di euro sottratti ogni anno all’Erario

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE

Contro il declino dell’umanità boicottate “Chick chick”

La nuova canzone è un passo in avanti verso il baratro. Nel nostro piccolo, cerchiamo di impedirlo
SHARE

Jessica Minh Anh: sfilate strane per combattere la noia

In cima alla Torre Eiffel o nel Grand Canyon: la modella cerca nuovi spazi per la creatività
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Perché non fare il bersaglio umano per una ditta di paintball inglese?

Una proposta poco allettante in realtà, ma la paga è buona: 40mila sterline pro rata

L’amore ai tempi della guerra in Ucraina

Le persone si innamorano con la pace e con la guerra: un universo privato di affetti per sfuggire alle follie e alle ingerenze della geopolitica

Cosa succede nel mio villaggio, terrorizzato da Boko Haram

Attacchi quotidiani, uccisioni tremende e spaventose. Se l’obiettivo era disseminare la paura, ci sono riusciti benissimo