‘Perché vai con donne più vecchie di te?
Le preferisco a quelle più giovani.
Perche?
Che gusto c’è a procurare un orgasmo a una ragazzina di 16 anni?
E’ troppo facile. Non ha significato.’
Dialogo da American Gigolo (1980) di Paul Schrader
 

 

 

Si è inaugurato ieri sera il nuovo Armani Hotel in Via Manzoni a Milano.
Si tratta del secondo caso della catena Armani Hotels and resort frutto della partnership tra The Armani Group e EMAAR Properties.
Il primo fu a Dubai, Dubai all’interno del Burj Khalifa, l’edificio più alto del mondo.

Chi si aspetta un albergo rimarrà deluso.
Così come si aspetta un luogo milanese.
Varcata la soglia d’ingresso—in Via Manzoni—si abbandona Milano, Italia per entrare a Milano, Dubai.

Si va all’Armani Hotel per vivere un’esperienza.
Si va all’Armani Hotel per vivere uno stile di vita.
‘A lifestyle experience.’
‘A world of sophisticated beauty.’

Ecco il motto. Semplice. Puro. Crudo. Quasi ingenuo.

The design philosophy è illustrata sul sito web da un video che mostra i dettagli che contano: gli asciugamani, le macchine Nespresso, le creme.
Il resto non conta. E’ secondario.
Le sedie sono scomode?

Who cares!


I materiali del bar ristorante sono riflettenti?

Non si può parlare?It does not matter.


What matters is the perception of the Armani world.
Chi ha disegnato gli spazi?
Giorgio lui-meme! That is what counts!

Negli anni settanta i grandi stilisti disegnavano e vendevano vestiti.
La carriera di Armani fu lanciata nel 1980 dai vestiti disegnati per Richard Gere, American Gigolo.
A distanza di 30 anni, Armani, come i suoi colleghi, ha perso interesse per questa ‘preistoria.’


Armani ha capito che la globalizzazione gli ha messo a disposizione ‘cash machines’ più interessanti.
Ha ‘disegnato’ oggetti, accessori, scarpe, occhiali, cinture, profumi.
Ha ‘disegnato’ prodotti arredi per la casa.


Adesso è attratto da una nuova, più immateriale, frontiera:
creare e vendere stili di vita, modelli esistenziali.
Si ‘disegna’ ad un ordine di grandezza superiore.

Ecco il nuovo ‘architetto’ del nostro tempo.

Ecco un altro caso per cui il 2011 può diventare un anno spartiacque.
La cifra del nostro tempo è l’inesperienza.
L’immaginario collettivo non abita più nella sfera del reale ma dal quella del virtuale.
La conoscenza sostituisce l’esperienza.
Possiamo conoscere gli angoli più reconditi del mondo anche se, nella maggioranza dei casi, non ne abbiamo nessuna ‘esperienza.’
La realtà è oggetto di una crescente ‘narrazione,’ che ne riscrive il percorso, o la trama
La narrazione sostituisce la realtà stessa.
Gli anglofoni hanno inventato un nuovo termine per descrivere questo mood: è il faction.

Il nuovo Armani hotel vende due tipi di faction/esperienza.

Vende l’esperienza del ‘mondo Armani.’
Il motto del Mondo Armani ha invertito i termini di Groucho: ‘Accetto nel mio club solo persone come me!’

Invece di: ‘Non accetterei mai di essere socio di un club che contempla persone come me tra i suoi membri’ (Groucho Marx)


Vende, inoltre, l’esperienza’ del medio oriente nel centro di Milano.
E’ nato per impersonificare la bellezza, l’eleganza e la grazia.
Niente di meno.

E’ nato per essere una ‘destination.’
E’ nato per definire ‘superior service, immaculate design and incomparable luxury.’

Peccato che gli ascensori abbiano smesso di funzionare durante l’inaugurazione!

Un added bonus per chi ricerca l’esperienza del gigolo, Milanese style, please!

O la versione aggiornata del dialogo tra Richard Gere e Lauren Hutton?

‘Perché ti sei messo nel letto persone prive di gusto?
Mi danno un significato. Mi fanno sentire più creativo, più giovane.
In che senso?
Mi fanno sentire architetto.
Mi accreditano per l’Expo 2015.’
 

 

post scriptum

peccato che si siano dovute smontare le impalcature con il logo GA!

Il messaggio ha perso immediatezza! e' più subliminare adesso!

 

COMMENTI /

Ritratto di aleph
Sab, 12/11/2011 - 20:21
aleph
Ma vi pagano per un articolo così? La pubblicità negativa non esiste, e men che meno per un Armani. E che 'la conoscenza sostituisce l'esperienza' andate a dirlo a tutte quelle aziende che per un certo tipo di lavori (e non mi riferisco certo a lavori tecnici) assumono solo gente con almeno 5 anni di esperienza, e di laureati non ne vogliono sapere..magari si desse davvero spazio alla conoscenza! Brutta bestia l'invidia..
SHARE
Ritratto di Anonimo
Lun, 14/11/2011 - 10:11
mi sembra che abbia male interpretato il campo di riferimento non si parla di esperienza lavorativa. si parla di esperienza delle cose del mondo, contrapposta alla conoscenza delle stesse. di che invidia parla?
SHARE
Ritratto di Anonimo
Sab, 12/11/2011 - 22:38
In effetti è un po' inconsistente questo post. La realtà è sempre una narrazione. Club non è altro che un altro modo di dire esclusività, chiedete agli inglesi. Che l'economico sia un fatto simbolico, che abbia cioè a che fare con aspirazioni, desideri, proiezioni, significati e narrazioni, e non solo con il calcolo costi/benefici/funzionalità, lo si sa almeno dai tempi di Carosello. O bastava leggere Marx. Ciao Apple! Che Armani faccia belle cose, è innegabile.
SHARE
Ritratto di c-b
Lun, 14/11/2011 - 10:17
c-b
sul pericolo dlle parole d'ordine o dei programmi obbligatori è sempre utile rivedersi http://www.oilproject.org/lezione/intervista-ad-italo-calvino-creativita-e-routine-924.html considerazione che forse il signor GA, che aspira ad avere un mondo disegnato da se stesso, troverebbe insopportabile...
SHARE
Archipelago-town
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Roma, assalto armato a un portavalori. Rapinatore grave dopo sparatoria

Il blitz sulla circonvallazione Aurelia. Scontro a fuoco con i carabinieri: l’assalitore è ricoverato in condizioni gravi

Messico, terremoto vicino ad Acapulco di magnitudo 7.5

L’epicentro vicino ad Acapulco a una profondità di 52 chilometri, nello stato di Guerrera. Scosse avvertite anche a Città del Messico

Viaggio nei siti Internet del passato

Interfaccia di una bruttezza imbarazzante, goffi e poco funzionale. Ma era la rete di 18 anni fa
SHARE

Chi dipinge sui muri di New York le pubblicità

Un video riprende le acrobazie di chi colora e dipinge i muri della Grande Mela
SHARE

Dove andare in vacanza a maggio

Quattro proposte raggiungibili senza problemi, per chi vuole sfuggire dalla pazza folla
SHARE

Il mondo immaginario delle gocce d’acqua

Un’animazione in stop-motion racconta la vita in due dimensioni di un uomo fatto di gocce d’acqua
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

I soldati che uccidono in guerra possono morire per il senso di colpa

Lo scrittore Kevin Sites narra le storie che i militari non vogliono raccontare

Una guida spiega come organizzare una giornata di lavoro perfetta

Tutti i passi fondamentali da effettuare dalla mattina fino al termine della giornata. senza tralasciare l’idea di lavorare all’aperto

Ecco perché nella Silicon Valley hanno fretta di fare soldi con la cannabis

Un racconto mostra come alcuni strumenti high tech possono essere adatti per l’uso della marijuana