Blog di

di Massimo Sorci

Hai presente una vita a ghignare in un pullman

Blog post del 17/01/2012
Parole chiave: 

Mi è piaciuto molto questo ritratto di Carlo Fruttero tirato giù da Aldo Cazzullo. Di quel poco che ho letto di Fruttero (e Lucentini, chè l'uno non sarebbe pensabile senza l'altro) mi pare piuttosto veritiero: era divertito dalla gente travertino, i duri e puri lo facevano sorridere. E' per questo che immagino la sua faccia quando Calvino lo invitava ad iscriversi al Pci e - ancora di più - immagino il suo ghigno un po' nauseato mentre ascoltava in tv l'intemerata navonesca di Nanni Moretti contro il povero Fassino. Qui vorrei riprendere una cosa che secondo me è la prova del suo (loro) sguardo lungo. E, purtroppo, minoritario.

p.s. a proposito di uomini travertino, vi consiglio di dare una scorsa a questo libro di Ernesto Ferrero sugli anni d'oro di Einaudi (nel senso di casa editrice) e degli einaudiani.

 

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

 

La felicità è solo una formula chimica

L’approccio può sembrare troppo arido, ma la verità è questa. Chi vive nei romanzi si rassegni
SHARE

Cinque parole che in origine significavano tutt’altro

Da "casino" a "siringa", il senso era del tutto diverso, ma la storia ha deciso che cambiasse tutto
SHARE

Altro che stelle: il miglior oroscopo è quello musicale

Quale canzone dominava la hit parade quando siete nati? Questo sito lo rivela e vi dice anche di più
SHARE

Riconosci i loghi famosi anche se sono in cinese?

Un esperimento interessante dimostra la persistenza di simboli ben studiati nella nostra memoria
SHARE

PRESI DAL WEB

Come nasce un capolavoro: il backstage del video di Razzi

Immagini rubate mostrano Antonio Razzi, sul lungomare di Pescara, mentre canta e balla per il suo videoclip "Famme cantà"

La politica non basta più, e Antonio Razzi diventa cantante, con "Famme cantà"

Il brano è una sorta di auto-presa in giro del discusso e discutibile politico, che riprende sue frasi diventate tormentoni e le mette in musica