Blog di

di Massimo Sorci

Quella taranta che tanto figo fa

Blog post del 2/08/2012
Parole chiave: 



Il Salento d’estate è tutto una taranta: sagre, concerti, happening, dappertutto fiorisce la “pizzica”.La taranta(o pizzica) è un musica molto ritmata – antichissima – che fa tanto Mediterraneo figo.

Molti giovani l’hanno riscoperta nella consapevolezza che salvare le nostre tradizioni si deve e che in fondo sì, è gagliardamente, rudemente, barbaricamente noglobal.

Può capitare quindi che, se sei in vacanza dalle parti di Gallipoli e vai a mangiare una pizza, quelli del ristorante mettano su un pezzo potente, popolare, tosto, contadino.

Tu picchierelli i polpastrelli sul tavolo e sorridi a tua moglie – senti la taranta? – e ti spingi anche a tenere il ritmo con il ginocchio. Perché la taranta ti prende, c’è niente da scherzare.

Poi mettono un secondo brano, bel ritmo anche questo, trombettina e percussioni perfette, la voce slabbrata della cantante molto adeguata alla bisogna. Il ginocchio però comincia a impigrire, tende a fermarsi.

Sulla pizza quattro stagioni plana infine una terza traccia in tutto similare - nell’architettura sonora - alle altre due. E senti una leggera scalfittura allo scroto. Lievissima.
 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Andrea
Gio, 02/08/2012 - 19:00
Andrea
La taranta farà anche tanto figo ma è sempre la solita roba. A me ha stufato.
SHARE
Ritratto di valeria
Ven, 03/08/2012 - 20:20
valeria
la taranta non fa figo.. non è una moda.. la si sta facendo diventare tale.. la taranta è tradizione, storia, quella dei nostri padri, della nostra terra..fate poco gli spiritosi e prima di parlare informatevi.. oppure tacete.. eviterete grosse figure stupide !!!
SHARE
Ritratto di Amoilsalento
Gio, 02/08/2012 - 20:27
Amoilsalento
Gentile Sorci, Probabilmente ragioni con lo scroto!
SHARE
Ritratto di Massimo Sorci
Gio, 02/08/2012 - 22:26
Msorci
Probabilmente lei non ama veramente il Salento, altrimenti non avrebbe scritto un commento che non c'entra nulla. Ma chi cazzo èlei, veramente?
SHARE
Ritratto di Vale Pate
Ven, 03/08/2012 - 20:22
Vale Pate
La taranta non fa figlo, Sorci.. la taranta è la nostra storia, sono le nostre tradizioni, quelle dei nostri padri e della nostra magnifica Terra.. la si sta facendo diventare moda.. speriamo che copme tutte le mode la si dimentichi presto e che il Salento torni ad essere terra per intenditori.. quelli che conoscono la storia.. quelli che parlano perchè sanno. Cordialità.. da chi la taranta l'ha tatuata addosso.. Valeria
SHARE
Ritratto di Massimo Sorci
Dom, 05/08/2012 - 08:08
Msorci
Vale, il mio non era un giudizio da storico della cultura popolare o da antropologo, ma una semplice constatazione soggettiva da turista. Il suo, invece, mi sembra un commento un po' eccessivo. E la storia del tatuaggio è da tarantolata, mi creda. Un abbraccio ;-)
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

La prima astronauta italiana è partita per lo spazio.

Samantha Cristoforetti decollerà alle 21,59 ora italiana

Regionali, Emilia Romagna e Calabria al voto: crolla l'affluenza

Urne aperte dalle 7 alle 23 per l'elezioni dei governatori

La scienza occulta dietro alla copertina dei libri

In un libro il testo non è tutto. Conta molto anche la copertina. Spesso è perfino la cosa migliore
SHARE

Istruzioni per stringere nuove amicizie anche da adulti

Matrimonio e carriera impediscono nuovi legami. Essere soli è più rischioso che essere fumatori
SHARE

Spiare l’intimità degli abitanti di Parigi

Una fotografa americana ha ripreso la vita privata di alcuni cittadini, catturando momenti unici
SHARE

La mappa che rivela quanto è rumorosa la tua città

Applicazioni e mappe di centri europei monitorano l’inquinamento acustico
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Gascoigne sta meglio, si è messo a dieta, va in palestra e beve meno

Gazza beccato dal Daily Mail fuori da un supermercato

Come Barilla si è trasformata in un’azienda paladina dei diritti dei gay

Dopo l’uscita di Guido Barilla, la società ha finanziato associazioni gay, esteso programmi sanitari a transgender e usato una coppia lesbica in una promozione