Blog di

di Allegra Salvadori

AAA, ciceroni cercasi

Blog post del 3/07/2012
Parole chiave: 

Francamente, non ne posso più. Ma com'è possibile? Adesso mi si è rotto l'iPhone. Ergo, sono tagliata fuori dalla realtà. O forse no. Forse è una manna dal cielo questa, che devo accogliere felice. Forse vuol dire....riposo. Riposo sociale. Veramente ero in ritiro nell'eremo del mare senza linea telefonica ne internet, senza nessuno, ma evidentemente questa condizione stai-da-sola-che-è-meglio, deve procedere. Mah, sarà. Fatto sta che sto tentando in tutti i modi di ripararlo, ma senza alcun successo. Vi scrivo mentre sto aspettando di andare in diretta rai 3. Ma che ne so, che vi devo dire io, non so nulla, le cose succedono e basta. E' splendido, no? Per me sì. Accolgo o rifiuto. A volte cerco. In realtà per il mio mestiere, nella sua parte seria, sono io a dover sempre cercare, fare, scrivere. Quindi se nella mia vita a volte son gli altri a cercarmi, va benissimo così.

Insomma, dicevo, un week end con quel genio di mio marito e quella peste di mia figlia, è un week end risanante. Attendevo con ansia quei giorni da trascorrere insieme, con aspettative ai massimi livelli: se avete letto i miei ultimi posts, trasudavano passione da ogni riga....Il mio concetto di vita reale è sicuramente diverso da quello di molti di voi. Per me ogni giorno deve essere al massimo. Non esiste che sia normale. E vivere così è parecchio faticoso, ma necessario per una come me. Quindi se quel povero cristo di mio marito mi voleva solo abbracciare ed amare, io lo volevo tutto quanto ora subito adesso. Normalità e routine = no grazie. Difficile se sei in una famiglia, ma ci provo continuamente con risultati abbastanza soddisfacenti. A parte Viola che dice che sono pazza perché glielo insegna suo babbo, cioé mio marito, quindi Ponzi.

Mi sto preparando psicologicamente non solo alla diretta RAI che ha inizio fra pochi minuti, ma all'arrivo del prete giamaicano che per 48 ore dovrò scarrozzare a giro tra Firenze e Siena: volontari ciceroni? nessuno? tutto questo nella speranza che si apra un varco, un ponte, un collegamento con la tanto ambita scuola di Viola a Londra, la number 1, pubblica ma cattolica, dove lei non è stata presa. E allora vai a messa tutte le domeniche nella Chiesa della scuola, poi fai beneficenza, infine inviti il parroco in Italia per 3 giorni. E che Dio ce la mandi buona perché io di girare sotto il sole cocente per città d'arte in coda ai musei, proprio non ne ho voglia. 

Vi lascio per la diretta, poi se trovo il link, ve lo metto. Non mi cercate sul cell italiano che dopo averlo perso, s'è rotto. Sono un disastro, sì lo so, ma un tempo sappiate che non ero così. 

 

 

 

 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di lulami
Mar, 03/07/2012 - 16:05
lulami
In bocca al lupo!!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precari della scuola, l’Italia condannata dalla Corte di giustizia Ue

La sentenza della Corte europea viene dopo i ricorsi del sindacato che richiamavano le norme europee contro l’abuso dei contratti a termine nel pubblico impiego

Ferguson, nuovi scontri nella notte. Obama: "Stop alle violenze"

Lo scorso agosto il poliziotto Darren Wilson ha ucciso il 18enne afroamericano Michael Brown

Iva, Tasi e bollo auto. Ecco tutte le altre tasse più evase dagli italiani

Oltre 130 miliardi di euro sottratti ogni anno all’Erario

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE

Ferguson, in rete i documenti utilizzati dal Gran Giurì

I giurati hanno giudicato le prove insufficienti. Qui si può capire se la decisione è motivata o no
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des

Messico: altri 31 studenti rapiti da uomini armati

Dopo l’uccisione dei 43 studenti di Iguala, lo stesso accade al villaggio vicino di Cocula