Blog di

di Paride Broggi

Firmato l’accordo tra Ps e Ecologisti

Blog post del 19/11/2011

Il consiglio federale di Europa Ecologia/I Verdi (EELV) ha votato ad ampia maggioranza (76%) l’accordo con il Partito socialista. Il patto di mandato era stato concordato martedì scorso dai due segretari Cécile Duflot e Martine Aubry.

I punti principali sono: i due partiti si uniranno in colazione all’assemblea nazionale, pensioni a 60 anni a tasso pieno per lavori usuranti e lavoratori che hanno iniziato molto giovani, carbon tax, una profonda riforma fiscale, nuova politica d’immigrazione e inserimento di una percentuale di proporzionale alle future legislative (da 15% a 20% del totale dei deputati).

François Hollande (Ps) e Cécile Duflot (EELV)

Per Yannick Jadot, braccio destro di Eva Joly l’accordo dimostra “la maturità politica raggiunta dai gruppi ecologisti”. Il patto non è stato semplice e viene definito “doloroso” dalla stampa transalpina. Mercoledì scorso il Ps, su forte pressione di Areva, la multinazionale francese del nucleare, aveva eliminato la clausola sui combustibili MOX. Giovedì la clausola è ricomparsa e la firma definitiva non si è fatta attendere, smentendo le voci contrastanti degli ultimi giorni che volevano una battuta d’arresto nell’intesa.
 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

 

La felicità è solo una formula chimica

L’approccio può sembrare troppo arido, ma la verità è questa. Chi vive nei romanzi si rassegni
SHARE

Altro che stelle: il miglior oroscopo è quello musicale

Quale canzone dominava la hit parade quando siete nati? Questo sito lo rivela e vi dice anche di più
SHARE

Riconosci i loghi famosi anche se sono in cinese?

Un esperimento interessante dimostra la persistenza di simboli ben studiati nella nostra memoria
SHARE

Il videoclip che ti catapulta in mezzo al concerto

È un’esperimento realizzato da un trio francese: la canzone si intitola "Je veux te baiser"
SHARE

PRESI DAL WEB

Come nasce un capolavoro: il backstage del video di Razzi

Immagini rubate mostrano Antonio Razzi, sul lungomare di Pescara, mentre canta e balla per il suo videoclip "Famme cantà"

La politica non basta più, e Antonio Razzi diventa cantante, con "Famme cantà"

Il brano è una sorta di auto-presa in giro del discusso e discutibile politico, che riprende sue frasi diventate tormentoni e le mette in musica